Matteo Renzi è stato a Bergamo tra applausi e contestazioni. Nel suo discorso ha fatto riferimento anche ai legisti delle Valli bergamasche: “Se sono contro Roma ladrona devono votare si”.

matteo-renzi-bergamo

Il premier Matteo Renzi è arrivato a Bergamo poco dopo le 16 di lunedì 14 novembre. Davanti ad una folta platea al Centro Congressi ha illustrato le motivazioni del si alla Riforma Boschi per la quale gli italiani sono chiamati ad esprimersi il 4 dicembre.

“La Riforma non è una svolta autoritaria come vogliono far passare – spiega Renzi – anzi, il nuovo testo prevede maggiore coinvolgimento della autonomie locali grazie alla nuova composizione del Senato. Inoltre va superato il bicameralismo e vanno abolite le poltrone del Cnel così da ridurre i costi della politica e snellire il lavoro della Camera”.

matteo-renzi-bergamo-referendum

“Se uno vota no – continua il presidente del Consiglio – lo fa perché obbligato dal proprio partito e non perché ragiona con la propria testa”.

Renzi fa riferimento anche ai leghisti storicamente radicati nelle Valli bergamasche: “Come fa uno della Val Brembana della Lega che è sempre stato contro Roma ladrona? Secondo voi ascolta ciò che dice Salvini o sceglie di ridurre i costi della politica e semplificare?”.

Una risposta che avremo tra una ventina di giorni per questo il Presidente del Consiglio ha concluso: “La partita ce l’avete in mano voi e spero nel buonsenso degli italiani silenziosi che sanno che dicendo si cambieranno finalmente questo Paese”.

Fuori dal Centro la Polizia ha isolato alcuni movimenti che manifestano contro Renzi e alcuni esponenti del no.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.