Ad un anno dal divieto di ingresso a volto coperto negli ospedali e negli uffici regionali, la Regione vuole estendere la restrizione in tutti i luoghi pubblici.

divieto-burqa-voltocoperto-regionelombardia

A un anno dalla sua introduzione, l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, traccia un bilancio positivo del divieto di ingresso a volto coperto negli ospedali e negli uffici regionali. “Il provvedimento ha funzionato. Invitiamo dunque il Governo – ha detto – ad estenderlo a livello nazionale e in tutti i luoghi pubblici e nel frattempo chiediamo ai sindaci lombardi di applicarlo immediatamente negli edifici comunali”.

“Purtroppo la Regione non può allargare il regolamento a edifici o luoghi che non siano di stretta competenza regionale. Il Governo segua questa linea. I gravi episodi di terrorismo che si sono verificati anche recentemente inducono a rafforzare le misure di sicurezza. Per questo oltre al blocco degli sbarchi e al rimpatrio di tutti i clandestini – ha concluso Bordonali – è necessario vietare la circolazione a volto coperto”.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.