Programmata per il 26 maggio, l’Orobie Vertical è stata rinviata al 16 giugno a causa del maltempo. Il contesto sempre quello: a Valbondione fra i giganti delle Orobie.

Foto Cristian RIVA

Inizialmente programmata per il 26 maggio, l’Orobie Vertical è stata rinviata al 16 giugno a causa del maltempo. La partenza è confermata nel centro di Valbondione, il paese nel cui territorio nasce il fiume Serio. L’arrivo della vertiginosa prova in salita è fissato al rifugio Merelli al Coca, mille metri più in alto, dove osano solo gli stambecchi – al cospetto dei giganti delle Orobie.

La nona edizione di Orobie Vertical, che per il terzo anno vuole ricordare Danilo Fiorina, appartiene a pieno titolo alle classiche italiane della disciplina. Nell’albo d’oro compaiono i nomi di Butti, Dematteis, De Gasperi, Pedergnana, Da Col tra gli uomini, e di Brizio, Galassi, Jimenez e Dragomir fra le donne.

Mille i metri di dislivello da superare in un percorso di 4,3 km. Da Valbondione, dopo un chilometro di asfalto quasi pianeggiante, si imbocca il sentiero Cai 301 che, in tre ripidi chilometri, conduce al rifugio Coca. Nell’arco della mattinata sarà possibile usufruire del servizio ElyTaxi per raggiungere il rifugio e, nel pomeriggio, per tornare a valle. A differenza degli ultimi anni, la partenza avverrà in linea, non più a cronometro.

Il programma di domenica prevede alle ore 7.30 il ritrovo al palazzetto dello sport di Valbondione per il ritiro pettorali. Alle ore 9.15 la partenza in linea. Alle ore 12.15 le premiazioni e a seguire il pasta party. Le sacche con il materiale di ricambio potranno essere consegnate prima della partenza presso la piazzola dell’elicottero, adiacente al campo sportivo, entro e non oltre le ore 9.00.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.