Seguici su

Cultura

IL MAIS DIVENTA “CONDIVISO”: VERSO EXPO CON LA PROVINCIA. E LA SPINATA VA A MILANO

Pubblicato

il

Firma del protocollo MEB tra Gandino e la Provincia– BERGAMO – Se pensate che di strada non ne abbia già fatta abbastanza, dalle coltivazioni di Gandino alle fiere alimentari più importanti di Venezia e Torino fino al sud america con i legami con le comunità locali, da martedì 4 marzo il Mais Spinato entra a far parte di una rete condivisa per la valorizzazione dello stesso. Questo nuovo protocollo d’intesa è stato sottoscritto da diversi enti tra cui fanno da capofila la Provincia di Bergamo con l’Associazione del Mais Spinato di Gandino e il comune di Gandino nella persona del sindaco Elio Castelli. Il progetto è nato pochi anni fa nel comune della Val Gandino e ad oggi conta traguardi importanti raggiunti tra cui questo nuovo accordo che ha l’obiettivo di salvaguardare e promuovere il Mais e di creare una rete di scambi e informazioni scientifiche e tecniche a livello mondiale. Il tutto in chiave Expo 2015: si parla dunque di MEB “Mais Expo Bergamo” che si pone come punto di unione per dare risalto alle eccellenze in ambito agro-alimentare. L’assessorato provinciale Expo, guidato da Silvia Lanzani, crede dunque nella promozione di MEB come strategia vincente per l’economia locale e la promozione del territorio. E il viaggio del mais non si ferma: questa sera, mercoledì 5 marzo, la spinata (la pizza a base di mais spinato) verrà presentata a Milano nel contesto dell’evento “Le vie della pizza”; dove verranno confrontate tante pizze regionali. Come si dice: “chi si ferma è perduto”.

Mercoledì 5 marzo

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!