È ormai di dominio comune che la tecnologia sia alla portata di tutti garantendo il circolo di informazioni, un esempio pratico, per chi non ne fosse convinto, è rappresentato dall’app store. Fra le app che indicano a che punto si trova il nostro autobus mentre siamo alla fermata, o quelle che sono in grado di calcolare la dose esatta di medicinali (app per infermieri) e così via, ne troviamo anche di utili allo scopo politico come elencate qui di seguito.

Tag24, che tratta normalmente news di tecnologia, ha scelto e sviscerato 3 app sviluppate per il mondo della politica. Vediamole assieme:

My-Politic: questa app serve più al politico, in un certo senso, che ai cittadini. Questa app infatti fornisce al politico commenti sempre recenti e veritieri che vengono mandati dai cittadini che, a loro volta, hanno la possibilità di accedere a tutte le info riguardanti il programma elettorale del politico ed esprimere i loro dubbi o complimenti. Una sorta di feedback in tempo reale. Ma non è tutto. Questa app in particolare da la possibilità ai politici di creare manifesti e locandine online e inviarle direttamente, tramite quest’app, ai cittadini, risparmiando tempo e soprattutto senza riempire i muri della città.

PoliticApp: questa app molto particolare, fornisce dati oggettivi basandosi su giudizio dell’opinione pubblica riguardo gli accadimenti politici della giornata, le intenzioni di voto, come la pensano gli italiano riguardo l’agenda politica e sui temi sociali ed economici e, ultimo ma non meno importante, il grado di fiducia nei confronti dei partiti e dei rispettivi candidati. Unica altra cosa da specificare è che questa app costa 9,99 euro sia su App Store che su Play Store.

Infine non poteva mancare un’app per politici corrotti. Avete letto bene, Nick Rubin di Seattle ha infatti pensato a un sistema per scoprire i politici corrotti e l’ha messa sotto forma di app: GreenHouse. Questa app si occupa di reperire tutte le informazioni che si possono trovare nel web, nei riguardi dei politici, scansionando nome per nome e aggregando le informazioni che si possono trovare nei loro riguardi. Il risultato è stupefacente: spostando il mouse sopra il nome del politico all’interno di un articolo, si può vedere l’aggregato di notizie e apparirà subito all’occhio quale notizie circolano, quali collegamenti ci sono con altri politici di parti avverse e non, così apparirà subito chiaro che quella determinata personalità politica sarà coerente o meno rispetto a quello che dice.

Ecco come la tecnologia ci fornisce alcuni strumenti per poter capire autonomamente il mondo politico in cui, volenti o nolenti, siamo inseriti.

 

Davide Gallo

 

 

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.