“Avvento dello scrittore”: rubrica che anticipa il Natale con un pensiero di pace, o un augurio di speranza, firmato dagli autori che ci hanno già regalato un intervista o a cui abbiamo dedicato una recensione nella sezione cultura del nostro giornale.

 

 

L’aria era frizzante e fresca; foglie coloro oro, porpora, rame, creavano già un soffice tappeto su cui era piacevole camminare, appoggiando i piedi che sprofondavano lievemente provocando piacevoli scricchiolii famigliari alla mente del boscaiolo, abituato al rumore dei boschi.

La luce dell’alba era ancora debole, il buio della notte appena attenuato da un diffuso lucore, ma lo sguardo esperto di Berto non si faceva confondere dalla foschia che ancora aleggiava fra gli alberi creando un velo leggero che pareva accarezzare tronchi, rami, cespugli e foglie

Tratto da : I Mond, il risveglio

di Rubina Duci

 

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.