info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > CRITICITÀ MODERATA RISCHIO NEVE, SEGNALATE GLI EPISODI SIGNIFICATIVI AL NUMERO VERDE REGIONALE
Cronaca

CRITICITÀ MODERATA RISCHIO NEVE, SEGNALATE GLI EPISODI SIGNIFICATIVI AL NUMERO VERDE REGIONALE

Il maltempo è arrivato anche sulla Val Seriana e Val di Scalve come previsto. Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia in merito, ha emesso un avviso di […]

Il maltempo è arrivato anche sulla Val Seriana e Val di Scalve come previsto. Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia in merito, ha emesso un avviso di moderata criticità per rischio neve dalla mezzanotte di sabato 5 marzo. L’allerta riguarda le zone omogenee Alpi Orientali-Alta Valtellina; Alpi Occidentali-Valtellina e Valchiavenna; Prealpi Occidentali; Prealpi Centrali e Prealpi Orientali.

Criticità ordinaria, invece, per le zone Alta Pianura Occidentale (Bergamo, Como, Cremona, Lodi, Monza e Brianza, Milano e Varese) dove la quota di allerta è 300 metri; Bassa Pianura Occidentale (province di Cremona, Lodi e Pavia) e Oltrepo Pavese-Appennino (provincia di Pavia con allerta da quota 300 metri).

Una depressione nordatlantica si avvicina rapidamente al Nord Italia apportando, nella giornata di sabato 5 marzo, una marcata fase di maltempo, con precipitazioni, anche abbondanti, e venti in rinforzo, mantenendo poi condizioni di variabilità a tratti perturbata anche nei giorni successivi.

Quota-neve assai variabile: generalmente più bassa sui settori occidentali e comunque in generale rialzo durante la giornata. Nella notte e al mattino, possibili nevicate fin sui 300/500 metri, specie sui settori occidentali, localmente e temporaneamente anche a quote inferiori, altrove generalmente oltre i 500/800 metri. In giornata, in generale rialzo ovunque. I maggiori accumuli sono attesi generalmente oltre i 1000 metri dove, a fine giornata, sono previsti fino a 30/50 centimetri di neve fresca. Domenica 6 e lunedì 7 ancora possibilità di fenomeni, ma poco rilevanti.

Le situazioni di criticità per rischio neve potrebbero essere legate soprattutto a difficoltà, rallentamenti e blocchi del traffico stradale e ferroviario, oltre a possibili interruzioni della fornitura di energia elettrica e/o delle linee telefoniche, in particolare alle quote segnalate dove gli accumuli nella giornata di sabato 5 marzo potrebbero essere rilevanti.

Si suggerisce pertanto ai presidi territoriali, alla polizia stradale e a tutte le altre Forze operanti sul territorio, la necessità di predisporre un’attenta sorveglianza del traffico. Analoga sensibilizzazione nei confronti degli enti gestori delle strade (Anas, Province, Comuni) perché dispongano nei punti più opportuni tutti i mezzi spazzaneve e spargisale e provvedano ad informare gli utenti della possibilità della formazione di ghiaccio sul manto stradale.

Si consiglia a tutti i Comuni, dotati di un Piano emergenza neve, di attuare tutte le indicazioni previste in fase di pianificazione e di divulgare le informazioni necessarie alla popolazione. Segnalare ogni evento significativo al numero verde della Sala operativa, attivo 24 ore su 24: 800.061.160.

 

Foto repertorio

 

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
- PESCATE / LECCO - Damiano Carrara, bergamasco della Val...