Tutti conoscono il termine “SELFIE”. Dimentichiamocelo! L’ultima mania sembra essere il “BELFIE”, ovvero lo scatto al lato B.

fitness-gluitei

L’arrivo dell’estate porta con sé il bisogno oltre che la voglia di scoprire il proprio corpo, soprattutto per gli amanti dei social che amano postare la propria immagine sempre aggiornata e in condizioni antigravitazionali. Chi è stato volenteroso durante l’anno si sentirà libero da questo peso sulla coscienza, chi è stato più pigro può sempre correre ai ripari vagliando tra le discipline che più modellano e che oggi analizzeremo assieme.

Per le donne i glutei rappresentano un vero e proprio problema, non solo fisico ma anche psicologico, tanto che molte decidono di coprirsi anche in spiaggia. Per gli uomini invece un sedere più tondo e anche formoso sembra essere la perfezione ideale.

E allora la domanda è: come posso ottenere un lato B a prova di gravità e di forma perfetta?

Per ogni distretto corporeo esistono alcuni canoni di riferimento da cui trarre ispirazione, ma alla base più che di forma ideale bisognerebbe parlare di armonia e di proporzioni, come il volume e la tonicità tessutale. Per ottenere questo concordanza di elementi, esistono svariate discipline fitness specifiche per questa parte del corpo, ma per qualsiasi obiettivo che noi vogliamo raggiungere, non ci deve essere solo l’esercizio fisico, bensì tenere in considerazione tutti e tre gli ingredienti che compongono il triangolo magico dei massimi risultati nell’ambito dello sport: allenamento, riposo e alimentazione.

Come mantenere in forma il proprio lato B?

Sicuramente con una regolare attività fisica, costituita prevalentemente da esercizi aerobici. La letteratura scientifica internazionale risulta consiglia dai 20 ai 30 minuti di attività sportiva tre volte a settimana. Quindi si prediligano attività come step, Zumba®, fusion pump, aerobica e CrossFit®. Quest’ultima in particolare non è una disciplina prettamente maschile. Al contrario, è divertente ed estremamente varia, si tratta di un allenamento funzionale completo che comprende il sollevamento pesi e vari tipi di ginnastica come gli SQUAT che riescono a migliorare sia la resistenza che la forza, senza trascurare flessibilità e tonicità muscolare.

Se la palestra ci annoia o non si ha la possibilità di seguire un programma specifico stilato per noi da un personal trainer, ecco un allenamento mirato per i glutei da fare a casa almeno 3 volte a settimana.

L’allenamento va sempre preceduto da una fase di WARM UP, fondamentale per rendere ottimale la propria condizione psicofisico-coordinativa e per abbattere l’incidenza di piccoli infortuni come stiramenti muscolari. Con il termine riscaldamento si sottintendono i classici 5/10 minuti di bike o tappeto. Se si segue un percorso personalizzato, oltre a fare un primo tipo di riscaldamento che è generale e mira a preparare tutti i grandi gruppi muscolari allo sforzo successivo, si eseguirà un secondo tipo, definito specifico, in quanto è in stretta relazione alla disciplina praticata e viene principalmente svolto con esercizi simili a quelli di prestazione, ma di minore intensità o carico.

La chicca che vi propongo circa l’argomento di oggi?

GHIACCIO come se grandinasse! Al termine della doccia quotidiana, passare sul lato B in modo circolare il getto di acqua gelida o semplici cubetti di ghiaccio. Con quest’azione estremamente tonificante oltre che coraggiosa, non ci sarà bisogno di assicurarlo contro i cedimenti strutturali come Jennifer Lopez.

Giusy
Giusy

Restate sempre informati sulle attività FITNESS aggiornate e più trendy che propongo alla pagina Facebook “Giusy Gaiti – Fit by G” oppure sul sito http://ggaiti.zumba.com.

A lunedì prossimo!

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.