Chi mi segue, sa perfettamente che nella vita sono un vulcano in continua attività e che il concetto di ferie completamente apatiche non mi appartiene. Dopo aver insegnato per un’intera stagione e aver fatto promozione estiva per ben due mesi, ad agosto sparisco dalla circolazione, viaggio e stacco la spina.

giusy-mare-fitness-vacanza
Giusy si allena al mare

Avevo già accennato nella puntata sul “belfie” l’importanza del riposo come uno dei tre ingredienti che compongono il triangolo magico dei massimi risultati nell’ambito dello sport, assieme ad allenamento e alimentazione. È doveroso dare una tregua al proprio fisico dopo averlo sottoposto a continuative sessioni di lavoro e intensi training di aggiornamento, come l’ultimo interval training ad alto impatto di cui mi sono certificata a luglio, ovvero Strong by Zumba™, il cui nome sottintende già una certa intensità.

Dopo l’allenamento l’organismo reagisce con il fenomeno della “supercompensazione”, che è l’adattamento atto a ripristinare l’equilibrio nel proprio sistema. Qualsiasi processo di recupero, miglioramento e crescita muscolare avviene durante il riposo.  Se questo viene a mancare, si può verificare un sovrallenamento, che porta conseguentemente ad un calo di difese, ormoni e massa muscolare stessa.

relax-vacabza-lettura
Un momento di relax in vacanza

Durante le vacanze però si è portati a staccare completamente, complici la chiusura di corsi di fitness musicale e la riduzione di orario delle palestre. Questo riposo troppo protratto a mio avviso non è efficace perché fa perdere sia i traguardi fisici acquisiti a fatica durante l’anno sia il ritmo mentale, perché ci induce a credere che l’allenamento sia sinonimo di dovere e l’ozio di piacere, quando invece tutti questi aspetti potrebbero coesistere.

Quindi, a meno che siamo molto stressati dal punto di vista psico-fisico o accusiamo ancora dolori muscolari o infiammazioni, consiglio qualche piccolo esercizio da fare anche in spiaggia:

1. Camminare per venti minuti al mare con acqua fino alle ginocchia, per un effetto drenante su caviglie e gambe.

2. Mantenere posizioni di Pilates®  o di Piloxing®, come questa che sto eseguendo in questi giorni in spiaggia, denominata “flat back second”, una vera e propria prova di equilibrio.

3. Spingere e ruotare in spiaggia i piedi nella sabbia, meglio se bagnata, per rafforzare le articolazioni.

La mia chicca di oggi: sei in vacanza come me con la prole e ti viene richiesto il classico castello di sabbia? Approfitta del gioco per allenarti, siediti in ginocchio con gambe divaricate e busto dritto per favorire l’apertura e flessibilità delle anche, lascia ai pupi pala e rastrello e scava con le mani. Ti eserciti e tonifichi le braccia. Alla french manicure penserai più tardi.

Per restare sempre informato sulle attività FITNESS sempre aggiornate e più trendy che propongo, seguimi su facebook alla pagina “Giusy Gaiti – Fit by G” oppure sul mio sito web.

A lunedì prossimo!

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.