Il tricolore si tinge di bianconero. E’ un trionfo, meritato, arrivato dopo un anno da grandi protagonisti, in una finale equilibrata ma dove la Juniores Nazionale Virtus Bergamo ha centrato un successo indiscutibile: Campione d’Italia a Forte dei Marmi

Una precisazione che bisogna fare visto il finale concitato con le proteste degli avversari e i momenti di tensione al triplice fischio: le decisioni di una terna arbitrale non nella sua giornata migliore hanno condizionato, in parte e da entrambi i lati, un incontro dovla Virtus Bergamo ha dominato il primo tempo, trovando poi il vantaggio al 35” della ripresa, sfiorando il raddoppio e senza che i toscani, oltre ad una traversa su punizione, abbiano mai impensierito l’estremo difensore Colleoni.

E’ il trionfo della programmazione, di un lavoro partito dal basso, del grande impegno dei dirigenti Serravalle e Marconi, di mister Togni e del suo staff, di un gruppo già vera squadra.

In campo è festa per la Virtus Bergamo e per il suo mister Mirko Togni sommerso dagli abbracci dei suoi ragazzi: “E’ stata una finale intensa, combattuta, che potevamo chiudere prima. Abbiamo sofferto il ritorno del Sansepolcro ma la squadra voleva a tutti i costi questa vittoria. Questo scudetto è il premio dopo i sacrifici di un’intera stagione e del duro lavoro portato avanti. Sì, sono felice perché è stata una stagione indimenticabile”.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.