Lo sblocco delle vie energetiche può essere utile nel periodo autunnale, ce lo spiega Giusy nella rubrica dedicata al fitness.

L’autunno ci chiama e il nostro fisico è messo alla prova dagli sbalzi climatici dati dall’alternanza di giornate inaspettatamente ancora solari e di mattine dalle temperature decisamente in calo. A me capita di non accettare che l’estate sia finita. Sopraggiungono anche i primi raffreddori o cali di energie.

Nella filosofia cinese, l’energia (QI) e il sangue (XUE) percorrono completamente il nostro corpo seguendo specifici percorsi chiamati “meridiani”. Questi canali fluiscono dall’alto al basso connettendo organi, viscere, articolazioni ed arti. Nel loro cammino essi passano anche attraverso le zone più esterne del corpo e la medicina tradizionale cinese ritiene che, grazie alla stimolazione, al riscaldamento e al massaggio di questi punti, sia possibile alleviare specifici disturbi.

Da qui dunque nasce l’importanza di sapere che anche se non sono visibili, tenere sbloccati tali canali chiamati anche vie energetiche è importante per la salute generale del nostro corpo. Ci sono svariati ambiti in cui si può effettuare tali sblocchi, come l’agopuntura, la moxibustione, lo shiatsu e il tuina. Ambiti che non pratico ma di cui conosco solo questo concetto. Uno dei sistemi invece che pratico io per l’apertura delle vie energetiche è in Yoga Flex Fitness, disciplina dinamica che incontra sempre più attenzione e successo. Adoro insegnarla per i benefici che mi regala dopo ogni lezione. Sbloccando le vie energetiche all’inizio, si riesce a far scorrere questo flusso energetico che è strettamente connesso ai sistemi fisici di conduzione nervosa e linfo-ematica e i meridiani hanno un flusso spesso sovrapponibile ai vasi sanguigni e ai tronchi nervosi. Stimola il corpo e lo prepara in sostanza al lavoro che si va ad applicare dopo.

Se non correttamente sbloccate, si può verificare un eccesso di energia in noi. Quasi sempre le persone che soffrono di questa situazione hanno uno stile di vita basato su abitudini molto rafforzate, sulla sedentarietà e sull’insufficiente movimento fisico. Sono persone che non sfogano mai le loro energie né sul piano psichico né su quello fisico. Questa forma di “sedentarietà psicofisica” crea un’alta quota di energia che resta come intrappolata nell’organismo e cerca delle vie alternative per esprimersi come ansia o altre tipologie. Le malattie nella medicina cinese sono sinonimo di disequilibrio di tutto ciò.

Lungi da me dal trasformarmi oggi in un medico o un massaggiatore di sblocchi energetici, molto più esperti e preparati di me in campo. Ma ho letto qualcosa e mi sono informata approfondendo la questione su un libro che vi consiglio ovvero “La mia ricetta anti cancro” di Odile Fernandez Martinez, in cui racconta come ha sconfitto il cancro alle ovaie con chemioterapia e cambio di vita.

Qui e anche in altri libri si tratta il concetto del ciclo di energia negativa che se alimentato si traduce in malattie del corpo fisiche. Stress, rabbia del nostro quotidiano, odio e crudeltà nel cuore, ci regalano preoccupazione e ansia nella milza e stomaco, se unito all’impazienza ci aumentano i battiti cardiaci, quindi battito irregolare e ipertensione, ci donano anche cattiva digestione, che vanno fino ai polmoni con cattiva respirazione e depressione, quindi respiro irregolare e intestino compresso etc etc il cammino è lungo.

Noi a Yoga Flex sblocchiamo le vie energetiche con l’ausilio di una pallina da tennis sotto al piede, ma lo si può fare anche con le mani massaggiandone la pianta, oppure eseguendo auto massaggi all’addome. La sensazione regalata è qualcosa di unico. Non per niente si chiamano lezioni di benessere.

Per restare sempre informato sulle attività FITNESS sempre aggiornate e più trendy che propongo, seguimi su facebook alla pagina “Giusy Gaiti – Fit by G” oppure sul mio sito web.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.