info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Sicurezza stradale, nasce la serie web “On the road”
Cronaca

Sicurezza stradale, nasce la serie web “On the road”

Sicurezza stradale con il progetto “On the road”: nasce la serie web che vede gli studenti in divisa con la Polizia Locale, le forze dell’ordine e i soccorritori. Nuova tappa del progetto “On the road” legato alla sicurezza stradale e nato 11 anni fa in Val Seriana: nasce la serie web che vede gli studenti in divisa […]

Sicurezza stradale con il progetto “On the road”: nasce la serie web che vede gli studenti in divisa con la Polizia Locale, le forze dell’ordine e i soccorritori.

Nuova tappa del progetto “On the road” legato alla sicurezza stradale e nato 11 anni fa in Val Seriana: nasce la serie web che vede gli studenti in divisa con la Polizia Locale, le forze dell’ordine e i soccorritori.

Presentate all’Università Cattolica di Milano, nel corso di un convegno dedicato ai “Giovani al confine tra strada reale e strada virtuale”, la best practice sulla sicurezza stradale – una sorta di mini-naja con la polizia locale a stretto contatto con le forze dell’ordine, i soccorritori del 118 e gli operatori dell’112 – insieme alla prima web serie dedicata al pronto intervento e al mondo dell’emergenza-urgenza vissuta e raccontata da studenti over 18. Il mettersi alla guida per le nuove generazioni è un incrocio tra esperienze reali e virtuali, dove i videogames e giochi di simulazione possono concorrere ad alterare la percezione del rischio così come a potenziarla.

La presentazione a Milano

Il convegno tenutosi presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, oltre ad approfondire l’attuale e delicato tema, si è configurato come tappa finale di un percorso di educazione stradale, innestato in un progetto, unico in Italia, compiuto da alcune scuole della provincia di Bergamo in collaborazione con l’associazione “Ragazzi On The Road”.

E’ stata l’occasione per illustrare i risultati del progetto “On The Road” (iniziativa per over 18, testimonial tra i giovani in Italia dell’app del Numero Unico d’Emergenza 112) e delle attività svolte dalla rete di scuole coinvolte (elaborati, format e serie web, supportata da UBI Banca), nonché di riflettere a partire dalla letteratura scientifica sui temi della relazione tra nuove tecnologie (videogames, simulatori) e percezione del rischio e sulla necessità di una educazione culturale per percepire la strada come luogo pubblico. Strada come anche luogo e mezzo di educazione (mediante l’esperienza best practice del progetto “On The Road”) nella formazione alla sicurezza delle nuove generazioni. Al Convegno, promosso dall’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica, hanno preso parte istituzioni, autorità, dirigenti scolastici, professori e oltre 200 studenti rappresentanti dei vari istituti coinvolti nel progetto di rete, riconosciuto e sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La mattinata, dopo il benvenuto di Maria Rita Ciceri, direttore dell’Unità di Ricerca UCSC, si è aperta con i saluti di Mariella Trapletti delegata dal Direttore dell’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia, Delia Campanelli. Relatori il giornalista Alessandro Invernici, ideatore del format “On The Road” insieme all’agente Giuseppe Fuschino che ha portato i saluti del presidente dell’A.S.E. Ragazzi On The Road, Giancarlo Bassi; Carlo Picco, direttore sanitario di AREU, in rappresentanza del direttore generale Alberto Zoli; Andrea Nicoletti, segretario generale dell’A.S.E. Ragazzi On The Road; Luca Gotti, responsabile Macro Area Territoriale Bergamo e Lombardia Ovest di UBI Banca; Domenico Toccafondi di Toccafondi Multimedia; Federica Confalonieri dell’Unità di Ricerca UCSC; Fabrizio Cristalli, a capo della Direzione Generale Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione di Regione Lombardia; Anna Maria Crotti, Dirigente dell’IISS Ettore Majorana, scuola capofila della rete. La prima “rete di scuole on the road”, nata in bergamasca, è frutto di un progetto nel progetto. Vincitrice a livello nazionale del bando del MIUR, la rete è formata da 5 scuole secondarie di secondo grado bergamasche, per un totale di cinquemila studenti e centinaia di professori che hanno fatto squadra per un unico scopo: l’Istituto Ettore Majorana di Seriate, come capofila, l’Istituto Statale di Istruzione Superiore Oscar Romero di Albino; il Liceo Scientifico Statale Edoardo Amaldi di Alzano Lombardo; il Liceo Scientifico Statale Lorenzo Mascheroni di Bergamo e il Liceo del Seminario Vescovile di Bergamo. Gli istituti scolastici della rete (premiate due classi dell’Almaldi e del Mascheroni per gli elaborati prodotti) si sono uniti per sensibilizzare a prevenire ed educare direttamente su strada – attraverso il progetto On The Road – alunni over 18, nei panni della polizia locale, dei soccorritori e delle forze dell’ordine. L’iniziativa formativa – nata 11 anni fa sulle strade della bergamasca, in Valle Seriana, dalla sensibilità di un agente di polizia locale, Giuseppe Fuschino, e il giornalista Alessandro Invernici – sta espandendosi oltre che nelle provincie di Bergamo, Brescia e Milano in tutta la regione Lombardia riscuotendo crescente interesse tra studenti e istituzioni, grazie anche alla collaborazione tra l’associazione promotrice e l’Azienda Regionale Emerenza Urgenza della Lombardia. Quest’ultima ha nominato i “Ragazzi On The Road” testimonial tra i giovani, sul territorio nazionale, del Numero Unico d’Emergenza 112 (uno – uno – due) e dell’app salvavita “Where ARE U”.

Nel corso del convegno, in Cattolica, è stata presentata e proiettata la prima puntata della web serie “On The Road” (visibile sulla pagina https://it-it.facebook.com/RagazziOnTheRoad/ e sul canale YouTube https://youtu.be/RERokKNr6ng), unica nel suo genere, prodotta da Officina della Comunicazione in collaborazione con Pandora Format, realizzata durante il progetto con il sostegno di UBI Banca. «Supportare i giovani a mantenere valori improntati al progresso civile è un dovere ancor prima che una responsabilità. Se il progetto “On The Road” può contribuire a salvare anche solo una vita umana, possiamo dire di aver ottenuto quanto desideravamo» ha dichiarato Luca Gotti, Responsabile Macro Area Territoriale Bergamo e Lombardia Ovest di UBI Banca.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Anche il programma di Rai 3 "Chi l'ha visto?" si è...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!