Negli anni ’70 vennero pubblicati sul New York Times e sul Washington Post (è quest’ultimo il caso trattato nella pellicola) dei documenti trafugati dal Pentagono riguardanti notizie estremamente segrete sulla guerra in Vietnam: per oltre trent’anni il governo e, sopratutto, i presidenti hanno tenuto il popolo all’oscuro di sinistre e agghiaccianti verità sul conflitto più sanguinoso e sentito della storia statunitense. Tra i protagonisti troviamo la sempreverde Maryl Streep, come al solito fantastica, e Tom Hanks, da tempo collaboratore del regista. Steven Spielberg porta sul grande schermo uno dei più grandi scandali giornalistici della storia degli Stati Uniti d’America, un film d’indagine giornalistica sulla scia di “Il caso Spotlight” (2015, Tom McCarthy) e, andando a ritroso nel tempo, “Tutti gli uomini del presidente” (1976, Alan J. Pakula).

TITOLO: The post

GENERE: Biografico / Storico

REGIA: Steven Spielberg

CAST PRINCIPALE: Meryl Streep, Tom Hanks, Sarah Paulson, Bob Odenkirk, David Cross

ANNO: 2017

DURATA: 115 min

VALUTAZIONE: 7-/10

CURIOSITA’: Nelle scene in cui il presidente Richard Nixon parla al telefono sono state utilizzate le vere registrazioni della Casa Bianca

QUOTE: “Che succede se non li pubblichiamo? Perderemo. Il Paese perderà”

Rubrica a cura di Thomas Poletti – silenzioinsala.tumblr.com

Linkedin / YouTube / Facebook

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.