Costituito ufficialmente il Comitato “Piario non si tocca”, intanto ad Asiago il punto nascite è salvo.

Si è costituito ufficialmente nella serata di ieri a Clusone il Comitato “Piario non si tocca”, una cinquantina le persone che hanno preso parte all’incontro all’auditorium delle scuole di Clusone con qualche rammarico da parte di alcuni presenti visto l’età media piuttosto alta dei partecipanti.

Intanto ad Asiago arriva la buona notizia del mantenimento del punto nascite dell’altopiano Veneto, stabilito dal decreto minsteriale 70/2018, a fronte della chiusura di 561 reparti su tutto il territorio nazionale.

Dichiarazione del Sindaco di Asiago:
Siamo molto soddisfatti della decisione assunta dal Governo di salvare il punto nascita presso l’Ospedale di Asiago. Credo sia una decisione importante, saggia, che tiene conto del disagio orografico correlato alle difficoltà di raggiungere gli Ospedali più vicini di Santorso e Bassano. 
I lunghi tempi di percorrenza, unitamente alla tortuosità delle strade, difficilmente percorribili specialmente d’inverno, hanno indotto la Commissione Ministeriale a salvaguardare il nostro punto nascita a fronte della proposta di chiuderne 4 nel Veneto.
Ringrazio il presidente della Regione Zaia per la sensibilità espressa nei confronti del mantenimento del servizio ed il direttore generale dell’ULSS Pedemontana, Roberti, per l’attenzione manifestata verso il nostro reparto che, grazie alla nomina di un valido direttore, il dottor Cocco e ad ottimo personale medico, paramedico ed ostetrico, ha reso possibile il mantenimento di un servizio di eccellenza che garantisce il rispetto degli standard di sicurezza per le partorienti ed i neonati permettendo ai nostri bambini di continuare a nascere ad Asiago
”.

In Val Seriana, a gran voce, si chiede che venga attuato lo stesso procedimento attuato sull’altopiano di Asiago: “Ad Asiago si può. Presidente della Regione Lombardia prenda spunto”, questi solo alcuni dei messaggi comparsi sui social network.

Tutti i diritti riservati ©

 

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.