La Provincia riparte con lavori nelle scuole: 19.550.000 euro per nuovi edifici, laboratori e palestre. Una palestra e sede ampliata per il Romero di Albino.

Vista complessiva della palestra da lato est

La Provincia di Bergamo mette in campo una strategia di rilancio dell’edilizia scolastica. I tecnici provinciali, su mandato del Presidente Rossi, hanno raccolto le diverse esigenze del territorio lavorando su una serie di importanti progetti che ora verranno presentati al Miur.

A luglio il Presidente ha approvato i progetti di fattibilità e firmato i decreti per accedere ai finanziamenti Miur per la realizzazione di 10 nuove opere in altrettanti istituti scolastici del territorio che aspettano da tempo i necessari interventi. La cifra preventivata fa notizia anche perché cospicua: 19.550.000 euro complessivi che andranno a sanare criticità di diverso tenore.

Si parte dai 3 milioni 350mila euro che verranno destinati alla costruzione di nuovi edifici sia al Polo scolastico Oberdan e Weil di Treviglio sia all’Isis Rigoni Stern di Bergamo, ai 3 milioni 150 mila per i nuovi edifici al Liceo Secco Suardo di Bergamo e all’Isis Don Milani di via Nassirya a Romano di Lombardia. Scendendo l’ammontare, 2.400.000 serviranno per la nuova palestra dell’Isis Romero di Albino; 1.800.000 per la riqualificazione dell’edificio ex Enaip del polo scolastico di viale Merisio di Treviglio; 1.500.000 per l’ampliamento dell’edificio esistente dell’Isis Romero di Albino. Infine 400 mila euro verranno destinati all’adeguamento e messa a norma dell’Istituto Falcone di via Meucci a Bergamo, 230 mila all’Istituto Galli di Bergamo per la realizzazione della seconda cucina e 220.000 all’Istituto Marconi di Dalmine per la realizzazione di laboratori per l’indirizzo di chimica.

“La nostra progettualità si sviluppa in tre direzioni: scuole nuove, scuole sportive, scuole attrezzate e sicure. A fronte del finanziamento del Miur, decideremo come integrare con risorse nostre questi progetti. Si tratta di una scelta di investimento sull’edilizia scolastica che non si vedeva da anni. Accanto alla sicurezza degli edifici, puntiamo a rafforzare le nostre scuole con spazi e attrezzature per i laboratori, vogliamo riprendere la realizzazione di nuove palestre e nuovi spazi per aule che rispondano alle esigenze degli studenti e garantiscano un vero diritto allo studio”, dichiara il presidente Matteo Rossi.

Tutti gli interventi sono inseriti nel Programma triennale delle opere pubbliche 2018-2020. L’attuazione dei progetti verrà quindi eseguita in base all’annualità di aggiudicazione del finanziamento.

Una palestra e sede ampliata per l’Isis Romero di Albino

Con una spesa quantificata in 2.400.000 euro, l’Isis Romero sarà dotato di una palestra. Per anni l’Istituto ha dovuto ricercare spazi per svolgere l’attività sportiva all’esterno del plesso scolastico. Oltre alla disfunzione e perdita di tempo per spostamenti, ciò ha rappresentato un costo per affitti, mezzi di trasporto, convenzioni, sostenuto dalla Provincia.

Realizzata nell’area a Sud, a valle rispetto l’edificio scolastico, la palestra avrà una superficie coperta di 1.670 mq, con altezza interna di circa 7 metri (tetto di copertura in legno) e sarà dotata di una tribuna della capienza di 180 posti a sedere.

La struttura potrà essere utilizzata da due diversi classi in contemporanea e anche in orario extrascolastico per attività svolte da associazioni sportive.

Ammonta invece a 1.500.000 euro il costo previsto dei lavori di sopralzo dell’edificio esistente con la formazione del nuovo terzo piano che metterà a diposizione ulteriori 6 aule in modo da poter soddisfare la richiesta del territorio. La disposizione delle aule potrà anche garantire la realizzazione di laboratori mediante l’accorpamento di 2 aule.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.