info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Scontro tra autobus, 14enne muore in ospedale. 16enne in gravissime condizioni
Cronaca, GAZZANIGA

Scontro tra autobus, 14enne muore in ospedale. 16enne in gravissime condizioni

Scontro fra due autobus di linea a Gazzaniga, studente 14enne morto dopo il trasporto in ospedale. Resta grave il 16enne. Non ce l’ha fatta il ragazzo 14enne rimasto ferito gravemente insieme ad un altro studente di 16 anni, nello scontro avvenuto tra due autobus alla stazione di Gazzaniga poco dopo le 13 di oggi, lunedì 24 […]

Scontro fra due autobus di linea a Gazzaniga, studente 14enne morto dopo il trasporto in ospedale. Resta grave il 16enne.

Non ce l’ha fatta il ragazzo 14enne rimasto ferito gravemente insieme ad un altro studente di 16 anni, nello scontro avvenuto tra due autobus alla stazione di Gazzaniga poco dopo le 13 di oggi, lunedì 24 settembre.

sconosciuto.gifEntrambi sono dell’alta Val Seriana. Il sedicenne, trasportato d’urgenza al San Gerardo di Monza, rischia l’amputazione delle gambe mentre l’altro, il 14enne trasportato al Papa Giovanni non è sopravvissuto alla grave emorragia interna. Ferito in terzo ragazzo, anch’esso di 14 anni, trasportato dall’ambulanza all’ospedale di Alzano Lombardo.

I Carabinieri stanno raccogliendo dichiarazioni e testimonianze per ricostruire la dinamica dell’accaduto: da una prima ricostruzione pare che il pullman più grande, proveniente da Bergamo, per cause in corso di accertamento, non abbia frenato mentre entrava nel piazzale dove si caricano e scaricano i passeggeri, finendo rovinosamente contro un altro autobus con destinazione Ardesio che in quel momento stava proprio effettuando il carico e scarico di studenti appena usciti dalle scuole.

Immediato l’allarme: sul posto hanno operato i Vigili del fuoco di Gazzaniga e di Bergamo, due ambulanze e gli elisoccorsi di Bergamo e di Brescia.

Seguono aggiornamenti.

Clicca sulle foto per ingrandire.

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
“C’è da salvare un Santuario”: a Casnigo cibo e musica...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!