Con Alice, l’ultima bimba nata ieri a Piario, si chiude l’attività del Punto nascita dell’Ospedale Locatelli.

Alice con i genitori

E’ Alice l’ultima nata ieri, venerdì 12 ottobre, al Punto nascita dell’ospedale Locatelli di Piario. La piccola, insieme al papà Luca Giudici e alla mamma Barbara Imberti e insieme agli altri sei neonati nati negli ultimi giorni, saluterà il reparto lunedì mentre già da oggi nessuna mamma  partorirà più a Piario.

Il Punto nascita chiude per effetto della delibera regionale dello scorso giugno che stabiliva che i presìdi con meno di 500 parti annui dovessero cessare l’attività.

Piario ha registrato poco più di 4500 parti in 10 anni e, nello specifico, è dal 2014 che il numero dei nati è sceso sotto la quota 500. Dal primo gennaio di quest’anno al 12 ottobre i parti del 2018 sono stati 275.

A nulla sono servite le proteste in strada degli ultimi mesi e il ricorso presentato al Tar da parte dei sindaci. La normativa del Ministero è chiara: sotto i 500 parti non sono garantiti gli standard di sicurezza necessari.

Da sinistra: la caposala Santina Serioli, l’ostetrico Mauro Marcello e due neomamme

Ora però resta l’amarezza di aver perso un servizio efficiente e importante per il territorio, soprattutto per le mamme residenti in alta Val Seriana e in Val di Scalve: per loro infatti gli ospedali più vicini di Alzano Lombardo, Seriate o Esine sono a 50 o più km.

Le mamme comunque non mollano: in particolare il Comitato “Piario non si tocca” ha organizzato questo pomeriggio un nuovo sit-in fuori dall’ospedale e lunedì si riunirà per valutare il possibile ricorso al Consiglio di Stato.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.