Al chiosco La Buschina di Fiorano al Serio installato un defibrillatore salvavita ricevuto grazie all’iniziativa “Missione Cuore”. Lo strumento è molto importante per sportivi e non che frequentano il parco e la pista ciclabile.

Il chiosco La Buschina

E’ il secondo defibrillatore presente nel comune di Fiorano al Serio ed è a servizio del personale del 118 e di chi ha la certificazione per utilizzarlo per salvare vite. Da oggi infatti al chiosco La Buschina, lungo la pista ciclabile della Valle Seriana nei pressi dell’omonimo parco comunale, è presente un defibrillatore semiautomatico ottenuto grazie all’interessamento dei gestori del chiosco.

“Abbiamo partecipato all’iniziativa ‘Missione Cuore’, promossa ogni anno dalla Onlus ‘Comocuore’ e da Intesa San Paolo – spiega Renato Manfredotti, gestore del chiosco – e qualche settimana fa ci è stato comunicato che eravamo stati valutati idonei per il conferimento di uno dei 50 defibrillatori distribuiti”.

I defibrillatori, acquistati grazie proprio a “Missione Cuore” che ogni anno vede protagoniste le filiali di Intesa San Paolo presenti in Lombardia dove è possibile acquistare i celebri sacchetti di noci di “Comocuore”, sono stati assegnati a scuole e realtà lombarde.

La cerimonia di consegna
La cerimonia di consegna, da sinistra: Manfredotti, Poli, Pasini e Venturini

La cerimonia di consegna si è svolta ieri, mercoledì 17 ottobre, nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como. Il saluto iniziale è toccato al presidente di Comocuore, Giovanni Ferrari, seguito da Gianluigi Venturini di Intesa San Paolo. Contributi e testimonianze sono stati portati da medici ed esperti. Presenti anche i gestori del chiosco di Fiorano al Serio, Renato Manfredotti e Roberta Pasini, insieme alla sindaca Clara Poli.

“Siamo soddisfatti che il nostro chiosco e il parco possano vantare l’importante presenza di un defibrillatore – continua Manfredotti – vista la frequentazione di numerosi sportivi, di giovani e ragazzi che frequentano il parco e la pista ciclabile con le scuole del territorio o per svago”.

Il defibrillatore è stato messo all’esterno del chiosco sopra la porta d’ingresso ben visibile e fruibile da tutti. Il funzionamento avviene per mezzo dell’applicazione di placche adesive sul petto del paziente: il ritmo cardiaco viene così analizzato automaticamente così come in automatico si determina se per tale ritmo è necessaria una scarica e, se essa è necessaria, sempre in modo automatico viene selezionato il livello di energia necessario. Qualora si presentasse un’emergenza è comunque sempre bene avvisare il 118 e poi agire di conseguenza.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.