info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Proprietari di cani incivili, a Scanzorosciate spunta la “Cacca d’Oro”
Cronaca

Proprietari di cani incivili, a Scanzorosciate spunta la “Cacca d’Oro”

“La cacca d’oro”: a Scanzorosciate installazione contro le deiezioni dei cani per strada. Il sindaco: “Serve a riflettere la comunità su un problema molto diffuso”. Opera “La cacca del tuo cane”. Installazione temporanea impulsiva. Quante volte ti è capitato di vedere o di pestare una deiezione canina? Questa installazione è un gioco che parte dalla domanda: “Cosa […]

“La cacca d’oro”: a Scanzorosciate installazione contro le deiezioni dei cani per strada. Il sindaco: “Serve a riflettere la comunità su un problema molto diffuso”.

Opera “La cacca del tuo cane”. Installazione temporanea impulsiva. Quante volte ti è capitato di vedere o di pestare una deiezione canina? Questa installazione è un gioco che parte dalla domanda: “Cosa bisogna fare per raccogliere la cacca dei cani dai loro padroni?” Se fosse d’oro chiunque la raccoglierebbe. Raccogli anche tu una cacca d’oro, buttala in un bidone o portala a casa. Riporta all’ordine e al suo splendore questo luogo.

E’ questo il curioso messaggio che accompagna le numerose “cacche d’oro”, ovviamente finte, che da sabato 10 novembre sono comparse in piazza Costituzione a Scanzorosciate. Non gli usuali cestini o sacchetti per invitare i proprietari a raccogliere le deiezioni canine, ma un’installazione artistica per sensibilizzare sul tema.

“È un’installazione temporanea-impulsiva — scrive il sindaco Davide Casati su Facebook —. L’obiettivo è far riflettere la comunità su un problema molto diffuso, sperando che intervenga. Per i prossimi cinque mesi ci saranno altre opere di questo genere per altri problemi di mancato rispetto degli spazi pubblici”.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Al via all'Università degli Studi di Bergamo il Master in...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!