Dal 24 al 26 febbraio a Clusone le celebrazioni del Triduo dei morti.

Dal 24 al 26 febbraio la comunità di Clusone si prepara a celebrare tre giornate di preghiera e meditazione sul tema della morte e del suffragio ai defunti: il Sacro Triduo dei Morti.

Una comunità, quella baradella, legata sin dai tempi più remoti al culto dei defunti basta ricordare l’importante affresco della “Danza Macabra” o “Trionfo della Morte”, dipinto sulla parete dell’Oratorio dei Disciplini,  dove la Morte viene vista come una grande regina che sottomette tutti a sé; è rappresentata come uno scheletro trionfante avvolta in un mantello e con una corona sul capo.

Segno distintivo del Sacro Triduo è la raggiera Fantoniana risalente al 18° secolo, abilmente montata da una decina di volontari guidati dal sagrestano Pierangelo Giudici, dominante l’altare maggiore. Un centinaio sono i pezzi che la compongono.

Il sacro Triduo dei Defunti verrà celebrato nella basilica di Santa Maria Assunta a partire da domenica 24  febbraio fino a martedì 26.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.