Visita del Presidente della Provincia a Gazzaniga dove sono stati valutati i possibili interventi alla stazione di Gazzaniga, all’Istituto Superiore ISISS e lungo la strada provinciale 41.

Da sinistra: Merici, Masserini, Gafforelli, Merelli, Cancelli, Valoti e Ongaro

Il Presidente della Provincia di Bergamo Gianfraco Gafforelli ha fatto visita al comune di Gazzaniga nella mattina di venerdì 22 febbraio. Su invito del consigliere provinciale e consigliere comunale Alberto Ongaro, Gafforelli ha incontrato Il dirigente dell’Istituto ISISS Alessio Masserini per valutare lo stato dei fatti dell’edificio dove non sono state riscontrate particolari problematiche.

Insieme a lui il sindaco di Gazzaniga Mattia Merelli e il vicesindaco Angelo Merici, il consigliere provinciale  Claudio Cancelli e il sindaco di Cene Giorgio Valoti.

L’Istituto scolastico ISISS
La rotatoria che porta alla stazione di Gazzaniga

Diversa la situazione alla stazione degli autobus di Gazzaniga, dove lo scorso settembre uno scontro tra pullman ha causato la morte di uno studente. L’area della stazione è di proprietà provinciale con gestione della società Sab: sul tavolo, per migliorare l’accesso, l’ipotesi di allargare la zona delle pensiline. Il Comune inoltre ha proposto di eliminare alcuni parcheggi che si ritrovano a ridosso della stessa area di accesso.

Infine si è svolto un sopralluogo lungo la strada provinciale 41 Gazzaniga-Aviatico per valutare le manutenzioni più urgenti tra cui la messa in sicurezza di un tratto di strada con la realizzazione di un muro di contenimento che dovrebbe essere sovvenzionato dalla stessa Provincia.

Il tratto di strada che necessita di un intervento

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

2 Responses to "La Provincia scende in campo per la stazione di Gazzaniga"

  1. Pingback: Schianto bus a Gazzaniga, dopo 4 mesi ancora una protesta - Alzano Cene Blog

  2. Pingback: Schianto bus a Gazzaniga, ancora una protesta - Alzano Cene Blog

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.