Sparito V.B., l’ucraino 27enne accusato di aver ucciso Vasyl Nykolyuk, ritrovato carbonizzato ad Albino l’11 ottobre 2015.

Non si hanno più notizie di V. B., l’ucraino di 27 anni, accusato di aver ucciso assieme a Ivan Homrei il connazionale Vasyl Nykolyuk, l’11 ottobre 2015 ad Albino (leggi qui l’articolo), ritrovato carbonizzato all’interno della sua auto nella zona industriale in via Santissima Trinità.

V.B. dopo il delitto era tornato in Ucraina, per poi trasferirsi in Russia. Arrivato a Mosca la polizia Russa lo aveva arrestato. Ora è tornato in libertà in quanto i termini per l’estradizione sono scaduti. Inoltre il decreto di espulsione gli era stato notificato prima della richiesta di rinvio a giudizio, questione procedurale che potrebbe evitare all’imputato un eventuale processo per l’omicidio.

Homrei a sua volta era tornato in Ucraina assieme a V.B. e arrestato il 27 luglio 2016, liberato e poi ricatturato per essere estradato in Italia nei primi mesi del 2018. Ora è in carcere a scontare la condanna.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

One Response to "Russia: accusato del delitto di Albino in libertà. Di lui più nessuna traccia"

  1. Elena  27 Aprile 2019

    Posso sapere cosa c’entra Russia se parlate di cittadini ukraini?

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.