Riunione in Prefettura a Bergamo per trattare gli interventi da mettere in atto per arginare la proliferazione dei cinghiali.

La problematica connessa alla proliferazione dei cinghiali sul territorio provinciale, che determina danni alle aree verdi e coltivate nonché problemi per la circolazione viabilistica, è stata al centro di una riunione in Prefettura svoltasi venerdì 26 luglio.

All’incontro, presieduto dal Prefetto, hanno partecipato il Presidente dell’Unione Comuni della Presolana, il Presidente della Comunità Montana Valle Seriana e rappresentanti della Regione Lombardia, della Provincia di Bergamo, del Comune di Castione della Presolana,  della Questura di Bergamo, del Comando Provinciale Carabinieri di Bergamo, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo,  del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, della Sezione di Polizia Stradale di Bergamo, dell’ATS di Bergamo, dell’Associazione Coldiretti di Bergamo e, in collegamento telefonico, il rappresentante di ISPRA.

Nella circostanza, il Prefetto, alla luce della complessità del quadro normativo vigente ed in considerazione delle vive preoccupazioni manifestate dai Sindaci dei Comuni della provincia, ha rappresentato la necessità di individuare una strategia congiunta per contenere e progressivamente eradicare il fenomeno in questione.

I rappresentanti di Regione Lombardia hanno assicurato che proseguirà l’attività di controllo attraverso l’attuazione del piano 2019/2010, approvato da Ispra.  Dal 1°ottobre al 31 dicembre 2019 sarà aperta la tradizionale caccia in forma collettiva (leggi qui).

Inoltre, quest’anno la caccia di selezione prenderà avvio nelle aree classificate non idonee a partire  dal 1° agosto al di fuori dei tempi e degli orari previsti dalla tradizionale forma di caccia. Saranno potenziate le attività di formazione per gli Operatori Volontari, che potranno coadiuvare la  Polizia Provinciale nello svolgimento dell’attività di prelievo.

Dal punto di vista operativo, per contrastare efficacemente il  fenomeno è stata condivisa la necessità  di implementare l’attività svolta dal servizio di Polizia Provinciale anche mediante il coinvolgimento dei Carabinieri Forestali.

Al termine dell’incontro, il Prefetto, nel prendere atto delle iniziative in essere, ha espresso il proprio impegno a sottoporre tempestivamente la problematica ai competenti Organi centrali.  

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.