info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Cerete, una via per una vittima di Marcinelle
CERETE, Cronaca

Cerete, una via per una vittima di Marcinelle

Commemorazione della tragedia di Marcinelle dell’8 agosto 1956: a Cerete intitolata una via ad un concittadino morto in Belgio. L’8 agosto di 63 anni fa in Belgio, a Marcinelle, 136 italiani persero la vita in una miniera di carbone dove scoppiò un incendio. Le vittime totali furono 262. Tra queste anche Assunto Benzoni, nato a […]

Commemorazione della tragedia di Marcinelle dell’8 agosto 1956: a Cerete intitolata una via ad un concittadino morto in Belgio.

L’8 agosto di 63 anni fa in Belgio, a Marcinelle, 136 italiani persero la vita in una miniera di carbone dove scoppiò un incendio. Le vittime totali furono 262. Tra queste anche Assunto Benzoni, nato a Cerete il 15 agosto del 1926.

Oggi, in occasione di questa commemorazione e della giornata nazionale del sacrificio del lavoro Italiano nel Mondo, l’Amministrazione comunale ha intitolato a Benzoni una via.

“Abbiamo deciso di intitolare una nuova via ad Assunto Benzoni, ceretese d’origine – spiega la sindaca Cinzia Locatelli -, che con la famiglia era andato a lavorare nelle miniere in Belgio in cerca di fortuna e purtroppo ha trovato la morte dentro alla miniera del “Bois du Casier”. Questo è il nostro modo per non dimenticare e per onorare la memoria degli emigranti italiani di ogni paese regione che alla ricerca di un futuro migliore hanno affrontato sacrifici e difficoltà”.

La via è una laterale di via Locatelli, la strada principale che attraversa Cerete Alto, e conduce ad una zona residenziale.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
All’Aeroporto di Orio al Serio i primi 6 e-gates riservati...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!