Movimento passeggeri da record all’aeroporto Milano Bergamo, dopo Alitalia con i voli da Fiumicino British Airways apre la rotta con Londra Gatwick.

Agosto record per l’aeroporto di Milano Bergamo che registra il massimo storico mensile, con 1 milione 384 passeggeri in transito, il 7,9% in più rispetto all’agosto 2018, che porta il consuntivo dei primi otto mesi dell’anno in corso a 9,2 milioni (+ 5,6% rispetto al periodo gennaio-agosto 2018), e un trend che proietta il movimento passeggeri a 13,5 milioni a fine 2019. 

Un risultato frutto del forte incremento del load factor medio su tutte le oltre 130 destinazioni in 40 Paesi del network estivo, servite con 156 collegamenti di linea da 21 compagnie aeree. Migliorato, nel giro di un mese, il dato di luglio, che aveva riportato un incremento del 6,2% rispetto all’anno scorso e toccato quota 1.348.510 passeggeri. 

Nel 2019 l’Aeroporto di Milano Bergamo ha visto aggiungersi 20 nuove destinazioni alla rete dei collegamenti e 5 nuove compagnie aeree, tra cui due importanti legacy come Alitalia e British Airways.
Il vettore britannico ha inaugurato la rotta con Londra Gatwick, operata 6 volte a settimana (eccetto il sabato) e dal 7 dicembre 2019 con frequenza giornaliera, che rappresenta un importante opportunità aggiuntiva per raggiungere la capitale inglese e utilizzare una serie di connessioni di medio e lungo raggio dallo scalo londinese. 

La riapertura della rotta tra Milano Bergamo e Roma Fiumicino, operata da Alitalia dal 27 luglio scorso con 4 voli giornalieri a/r che diventeranno cinque dal 1° al 26 ottobre 2019, continua a ottenere il gradimento dei viaggiatori che afferiscono all’area est milanese e della Lombardia, l’80% dei quali utilizza il collegamento per connessioni da Fiumicino. Nella stagione invernale 2019-20 e in quella estiva 2020 Alitalia ha confermato tre voli giornalieri da e per Roma Fiumicino, operati con A319 e Embraer 175. 

L’Aeroporto di Milano Bergamo vede migliorare anche le performance dei servizi, con aumento della percentuale di puntualità dei voli in partenza, la diminuzione dei tempi medi di attesa ai controlli di sicurezza e ai nastri di riconsegna bagagli. Non ultimo il servizio reso ai passeggeri a ridotta mobilità, che ha visto crescere il numero delle persone assistite a quasi 15mila nei mesi estivi, + 11% rispetto al 2019. 

Sul fronte delle nuove infrastrutture, i lavori di ampliamento del lato est dell’aerostazione sono previsti in ultimazione ad aprile 2020, con 10 nuovi gate extra-Schengen, 2 nuove torrette di imbarco, nuova vip lounge e nuove attività commerciali. 

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.