Al Monte Pora arrivano oltre 100 corridori lombardi categoria juniores. L’UC Bergamasca torna in campo con la prima edizione del GP RadiciGroup.

A sei anni dall’ultima corsa organizzata, l’Unione Ciclistica Bergamasca 1902 torna in campo per dar vita, domenica 8 settembre, alla prima edizione del Gran Premio RadiciGroup. Si tratta di una gara riservata alla categoria Juniores, il cui percorso si snoda su un tracciato di km 108,600 con partenza alle 9,30 dalla sede di Tab Italia, in via XXV Aprile a Zanica, e arrivo ai 1460 metri d’altitudine del Monte Pora intorno alle ore 12.00.

Il tracciato prevede una prima parte pianeggiante (due giri del circuito Zanica-Urgnano-Cologno-Spirano-Comun Nuovo-Zanica), una seconda di avvicinamento alle salite (attraverso Ghisalba, Mornico, Calcinate, Bolgare, Gorlago Trì Plòk, Trescore, Casazza, Spinone, Endine, Castro (Rotatoria di Poltragno) e, da qui, un finale selettivo. Da Sellere (km 74,900) la strada comincia a salire: dapprima dolcemente fino a Clusone; poi in modo più accentuato attraverso Rovetta e Fino del Monte fino a Castione della Presolana; infine in termini di maggiore durezza negli ultimi sette chilometri che dal bivio di Castione portano su al traguardo previsto in zona partenza seggiovia Cima Pora.

Sono gli stessi sette chilometri – pendenza media del 6,8% con punte massime dell’11% – sui quali si era conclusa la 19a tappa del Giro d’Italia 2008, vinta per distacco da Vasili Kiryenka e al cui termine Alberto Contador aveva posto i sigilli al suo trionfo rosa a Milano.

Come si può notare anche dall’altimetria, si tratta di una corsa impegnativa, nella quale saranno favoriti soprattutto gli scalatori dotati di fondo atletico. L’arrivo al Monte Pora si propone inoltre di valorizzare le bellezze di questa località turistica del territorio.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.