info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Persone scomparse, un piano per i casi irrisolti
BERGAMO, Cronaca

Persone scomparse, un piano per i casi irrisolti

Casi irrisolti di persone scomparse, riunione in Prefettura in Bergamo per fare il punto. Presso la Prefettura di Bergamo si è svolta una riunione per fare il punto aggiornati dei casi, ancora irrisolti, di persone scomparse sul territorio provinciale. Tale incontro si inserisce nel quadro delle iniziative avviate dal Commissario Straordinario del Governo per le […]

Casi irrisolti di persone scomparse, riunione in Prefettura in Bergamo per fare il punto.

Presso la Prefettura di Bergamo si è svolta una riunione per fare il punto aggiornati dei casi, ancora irrisolti, di persone scomparse sul territorio provinciale.

Tale incontro si inserisce nel quadro delle iniziative avviate dal Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse. Il 12 dicembre infatti è la Giornata dedicata agli scomparsi in ricordo di una donna di cui si sono perse le tracce da oltre venti anni.

Alla riunione, presieduta dal Prefetto, Elisabetta Margiacchi, hanno partecipato tutte le autorità, forze dell’ordine e soccorritori competenti sul territorio di Bergamo.

Piano straordinario di ricerca

Disposto l’avvio, nella giornata del 12 dicembre, di un piano straordinario di ricerca. Previsto il coinvolgimento di personale delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco nonché dei volontari di protezione civile. Un ruolo rilevante sarà altresì svolto dalle Parrocchie chiamate ad assicurare vicinanza ai familiari degli scomparsi.

L’occasione è stata inoltre preziosa non soltanto per fare un punto di situazione, ma anche per concentrare l’attenzione di tutte le componenti del complesso sistema di ricerca delle persone scomparse. In particolare sui soggetti vulnerabili, quali quelli affetti da patologie neurodegenerative come l’Alzheimer o le demenze senili, prendendo in considerazione la stipula di un apposito “protocollo operativo” con l’ATS.

Il fenomeno dell’allontanamento volontario

E’ stato inoltre analizzato il fenomeno dell’allontanamento volontario dei minori di età dalle Comunità affidatarie, che incide in modo rilevante sull’entità numerica degli scomparsi in provincia.

Evidenziata anche la necessità che gli escursionisti e tutti coloro che frequentano abitualmente le località montane adottino adeguate prassi comportamentali. Questo per evitare situazioni di rischio e il solitario allontanamento in zone impervie.

Il Prefetto, inoltre, ha invitato i Sindaci ad illuminare di colore verde, simbolo di speranza, le sedi municipali nella giornata del prossimo 12 dicembre.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Infortunio mortale a Colere, i sindacati chiedono chiarezza. A perdere...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!