info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Sport > La fortuna bacia la Dea, sorteggiata con il Valencia
Sport

La fortuna bacia la Dea, sorteggiata con il Valencia

La fortuna bacia la Dea, sorteggiata con il Valencia. Si può continuare a sognare. La fortuna bacia la Dea. Non sarà d’accordo Gian Piero Gasperini, per il quale tutti gli avversari di Champions League possiedono una rosa di giocatori e un tasso tecnico da rispettare. Non si può negare tuttavia che il Valencia vada considerata […]

La fortuna bacia la Dea, sorteggiata con il Valencia. Si può continuare a sognare.

La fortuna bacia la Dea. Non sarà d’accordo Gian Piero Gasperini, per il quale tutti gli avversari di Champions League possiedono una rosa di giocatori e un tasso tecnico da rispettare.

Non si può negare tuttavia che il Valencia vada considerata la squadra più abbordabile per consentire all’Atalanta di continuare a sognare.

Considerazione che non autorizza a essere euforici, ma sicuramente fiduciosi sulla possibilità di passare il turno e realizzare un’altra impresa approdando ai quarti di finale.

L’Atalanta è la prima squadra della storia della Champions a essersi qualificata agli ottavi dopo aver perso le prime tre partite dei gironi.

Luca Percassi, amministratore delegato della società nerazzurra, ha parlato di confronto delicato contro una squadra comunque di esperienza, ma ammesso che il sorteggio è stato un grande regalo di Natale.

“Eravamo partiti male, ci siamo rifatti nella seconda fase. Ce la giochiamo” – il commento lapidario del presidente Antonio Percassi, il quale considera l’esito del sorteggio un grande regalo per la tifoseria atalantina, pronta a seguire la squadra di Gasperini nei due match della sfida con gli iberici.

Continua a leggere su TerzoTempoMagazine https://terzotemposportmagazine.it/cms/la-fortuna-bacia-la-dea/.

Eugenio Sorrentino

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Autoscala perde protezione, l'appello dei Vigili del fuoco. "Sabato abbiamo...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!