info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > In ospedale il Presepe dei bambini e detenuti
BERGAMO, Cultura Bergamo

In ospedale il Presepe dei bambini e detenuti

In ospedale a Bergamo il Presepe realizzato dai bambini, detenuti e altri volontari. La natività è esposta alla base della Torre 2. In ospedale a Bergamo è possibile vedere un particolare Presepe realizzato dai bambini, detenuti e latri volontari. La natività è esposta alla base della Torre 2. Il Presepe dei bambini e detenuti Non […]

In ospedale a Bergamo il Presepe realizzato dai bambini, detenuti e altri volontari. La natività è esposta alla base della Torre 2.

In ospedale a Bergamo è possibile vedere un particolare Presepe realizzato dai bambini, detenuti e latri volontari. La natività è esposta alla base della Torre 2.

Il Presepe dei bambini e detenuti

Non c’è gioia più grande del donare, e quando questo dono è rivolto ai bambini ricoverati, ci si rende conto che il tempo impiegato per realizzare questo piccolo regalo, è un dono prezioso. E anche quest’anno diversi volontari, coordinati dall’associazione “Mauro Signore Bergamo elisoccorso”, da Luisa Colombo e da Fra Mauro, hanno regalato qualche sorriso ai bimbi ricoverati e alle loro famiglie.

Un gruppo assortito quello che ha realizzato il Presepe, composto da: medici, infermieri, maestri, soccorritori, alpinisti, detenuti e i piccoli degenti dei vari reparti pediatrici.

“Questo non è solo un Presepe – spiegano i rappresentanti del gruppo – ma è il simbolo del tempo donato incondizionatamente, dell’attesa, della gioia, della voglia, forse ambiziosa, di regalare sorrisi a chi in questo momento li ha smarriti”.

Gli auguri dei partecipanti alla realizzazione

A tutti voi “Buon Natale” dal gruppo Alpinismo giovanile Cai “Albino Gazzaniga Nembro”, dai detenuti del gruppo “Arteterapia” del carcere di Bollate e Bergamo, dalla fondazione Lene Thun, dal centro studi “Parlamento della legalità” sezione di Milano, dalla scuola in ospedale dell’istituto comprensivo “I Mille”, con il sostegno della direzione dell’ospedale Papa Giovanni XXIII

“È come sempre la sinergia il motore che ha permesso la realizzazione di un progetto importante e bello – spiega Fra Mauro – un progetto in cui credono tutte le associazioni coinvolte, indipendentemente dalla visibilità che possono avere, e un progetto in cui il pensiero è rivolto sempre e solo ai bambini. Bambini che hanno lavorato a fianco dei genitori e dei detenuti, arrivati dai carceri di Bergamo e Bollate, per quella che è stata una bellissima condivisione di tempo e di emozioni”.

Il presepio è allestito a fianco dell’ingresso della Torre 2: tra i personaggi, oltre ai “classici”, spiccano anche l’elicottero Cami del 118 Bergamo che trasporta uno degli angeli, opportunamente (ed eccezionalmente) attrezzato di imbragatura, la capanna con la Madonnina posata due mesi fa in Presolana. La capanna è realizzata con corde e moschettoni.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Giustificare e sminuire non aiuta a migliorare le cose. Sempre...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!