info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > Sushi Plays Wall, doppio appuntamento a Clusone
CLUSONE, Cultura Alta Valle

Sushi Plays Wall, doppio appuntamento a Clusone

Sushi Plays Wall: nuovo doppio appuntamento a Clusone con lo spettacolo dedicato ai Pink Floyd. Ultimi posti disponibili. Sushi Plays Wall: dopo il successo di dicembre, questo primo weekend di gennaio 2020 è in programma un nuovo doppio appuntamento a Clusone con lo spettacolo dedicato ai Pink Floy. Ultimi posti disponibili per lo show di […]

Sushi Plays Wall: nuovo doppio appuntamento a Clusone con lo spettacolo dedicato ai Pink Floyd. Ultimi posti disponibili.

Sushi Plays Wall: dopo il successo di dicembre, questo primo weekend di gennaio 2020 è in programma un nuovo doppio appuntamento a Clusone con lo spettacolo dedicato ai Pink Floy. Ultimi posti disponibili per lo show di stasera e domani (4 e 5 gennaio) al Teatro Tomasini alle ore 21. Maggiori info qui.

Lo spettacolo

I 40 anni sono quell’età in cui ci si sente finalmente giovani. Ma è troppo tardi.”​ Parola di Pablo Picasso. Ma se il genetliaco in questione è quello di un’opera rock come “​The Wall​” dei ​Pink Floyd​, dato appunto alle stampe nel 1979, le quaranta candeline impongono un’ulteriore e più approfondita riflessione.

Cosa resta oggi di quello che Waters e soci cantavano alla fine degli anni settanta? Parecchio, decisamente. Il non detto, l’incomprensione, la solitudine imposta dai tempi digitali che divorano le relazioni, che creano muri. Altro? Su tutto l’amara constatazione che di band come quella britannica se ne sono viste poche negli ultimi decenni; si contano sulle dita di una mano i gruppi in grado di dare alle stampe perle discografiche come il doppio album in oggetto, pochi, pochissimi casi.

Ed è per questo che dei (guarda caso) quarantenni bergamaschi con la passione musicale coltivata sin dall’adolescenza hanno pensato di celebrare a loro modo il compleanno 1979-2019 della pietra miliare “The Wall”: ​suonandolo​!

Chi sono i “Sushi Cornucopia​”

Da diversi anni i “Sushi” propongono cover musicali dei Pink Floyd nei propri live set primariamente svolti in provincia di Bergamo. Da tempo inoltre i brani di “The Wall” sono una colonna portante del loro show: “​In the Flesh”​, “​Another Brick in the Wall”​ , “​Mother​”, “​Comfortably Numb​” sono divenute presenze fisse nella scaletta. Mai, però, si sono cimentati con la riproposizione di un album intero. L’occasione fa l’uomo ladro, la quarantesima candelina dell’opera li ha convinti ad azzardare l’impresa: preparare una produzione “alla Sushi Cornucopia” in grado di portare dal vivo “The Wall” nella sua sostanziale interezza, riarrangiando le parti orchestrali, adattando ove necessario le partiture più complesse.

Un’idea partorita nel novembre 2018, ma già verso la fine del 2015 i (non più) giovani avevano valutato l’ipotesi di proporre dal vivo un altro disco memorabile dei Pink Floyd, “​Animals​”, proprio in vista del quarantesimo anno di pubblicazione celebrato nel 2017. La cosa non ebbe seguito per i rispettivi impegni dei musicisti che però non escludono possano riprovarci in futuro.

La sfida musicale del “Muro”

La sfida musicale del 2019 è tutta però per il “Muro” musicale e serviva quindi individuare un luogo idoneo per l’anteprima. La scelta è ricaduta senza esitazione alcuna ​sul manufatto in cemento più grande della loro terra, la Valle Seriana, al “muro” per antonomasia​. Stiamo parlando della ​diga del Barbellino​, a quasi 1.900 metri di altezza nel Comune di Valbondione, un bestione che da quasi un secolo trattiene circa venti milioni di litri d’acqua, nel contesto naturale famoso in tutta Europa per la cascata dal triplice salto.

Nasce così l’idea dei ​Sushi Cornucopia​ -questa la ragione sociale del gruppo seriano- che iniziano un percorso condiviso con i ​gestori del ​Rifugio Curò​ al fine di poter rendere possibile l’intuizione dei musicisti. Il lavoro si è concretizzato in un’anteprima realizzata il 15 settembre 2019. Durante tale data di settembre è andato in scena un live proprio nei pressi del Rifugio, a poca distanza dalla diga, con le incantevoli Orobie a far da cornice ad un evento che è ha accompagnato musicalmente l’apertura delle cascate del Serio prevista proprio per quel giorno.

La prima del concerto vero e proprio è andata in scena presso il Teatro Tomasini di Clusone la sera del 30 novembre 2019 che ha avuto come esito un “sold out” e decine di persone che non hanno potuto accedere al teatro perchè pieno fino alla sua massima capienza.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Rubano in un appartamento e uccidono il cagnolino affogandolo nel...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!