info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > No al bullismo, fiocchi blu a Gazzaniga
Cronaca, GAZZANIGA Media Valle

No al bullismo, fiocchi blu a Gazzaniga

Oggi è la Giornata Nazionale contro Bullismo e Cyberbullismo 2020. A Gazzaniga una bella iniziativa.

I bambini e ragazzi delle scuole di Gazzaniga hanno consegnato dei fiocchi blu a Sindaco e Vicesindaco per dire no al bullismo. Oggi infatti è la Giornata Nazionale contro Bullismo e Cyberbullismo 2020.

No al bullismo a Gazzaniga

A Gazzaniga si è svolto un particolare momento: alle 11.45, in contemporanea Scuola primaria, Secondaria di primo grado e Istituto Superiore Valle Seriana hanno consegnato i fiocchi blu contro il bullismo Mattia Merelli, sindaco del paese, e Angelo Merici, vicesindaco.

I bambini e ragazzi inoltre hanno realizzato presso la scuola un nodo umano, il tutto per dire no al bullismo.

I dati del fenomeno in bergamasca

Il 29,8% degli studenti della provincia di Bergamo conosce qualcuno che è stato vittima di cyber bullismo. I4,6% ha preso parte a episodi di cyberbullismo rivolti verso altri ragazzi, soprattutto maschi (6% verso il 3,3% delle ragazze) L’8% degli studenti ha riferito di essere stato vittima di cyberbullismo.

La fotografia del fenomeno nella popolazione studentesca della provincia di Bergamo ci viene offerta da quanto emerge dallo studio ESPAD condotto nel 2018, su mandato di ATS stessa, dal CNR di Pisa in collaborazione con l’Osservatorio Dipendenze del Servizio Epidemiologico Aziendale dell’Agenzia di Tutela della Salute, su un campione statisticamente significativo di ragazzi e ragazze dai 15 ai 19 anni, afferenti a istituti scolastici secondari di secondo grado della provincia di Bergamo, di diverso indirizzo e collocazione territoriale.

Il cyberbullismo tra gli studenti della provincia di Bergamo

Il 29,8% degli studenti della provincia di Bergamo ha riferito di conoscere qualcuno che è stato vittima di cyberbullismo, percentuale più elevata tra le femmine (36,8% verso il 22,6% dei coetanei maschi).

Il 4,6% riferisce di aver preso parte a episodi di cyberbullismo rivolti verso altri ragazzi, soprattutto maschi (6% verso il 3,3% delle ragazze).

L’8% degli studenti ha riferito di aver subito episodi di cyberbullismo, specialmente le studentesse per le quali la quota raggiunge quasi l’11%.

Per il 60% degli studenti vittime di cyberbullismo gli autori di tali episodi sono stati compagni di scuola, per quasi il 30% persone sconosciute, per il 27% altri conoscenti, per il 14% altri amici, per l’8% i compagni di sport e per il 6% persone adulte.

Tra gli studenti che sono risultati avere un profilo “a rischio” nell’utilizzo di Internet (11% circa 5.500 studenti)sono più elevate le percentuali sia di coloro che riferiscono di conoscere vittime di episodi di cyberbullismo (49,6% contro il 27,6% degli utilizzatori non a rischio), sia di coloro che riportano di esserne stati vittima (il 14,1% contro il 6,6%).

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
I Pinguini Tattici Nucleari, grazie al voto dell'orchestra, finiscono terzi...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!