info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Verso San Patrizio… un “trionfo di ignoranza”
Cronaca Media Valle

Verso San Patrizio… un “trionfo di ignoranza”

Verso Il Santuario di San Patrizio percorrendo il bellissimo sentiero di Honio, alla scoperta delle bellezze del territorio e di un "trionfo di ignoranza".

Percorrendo il sentiero di Honio, che dai comuni della media Val Seriana, porta ai piedi del Santuario di San Patrizio di Colzate, si possono ammirare le bellezze paesaggistiche, le numerose santelle presenti lungo il cammino ma anche un “trionfo di ignoranza”.

E’ stato così chiamato infatti un accumulo di sacchetti di feci di cani immaginiamo da chi, più o meno ironicamente, ha raccolto i numerosi involucri colorati abbandonanti lungo il percorso. Quella che si mostra al passante è dunque “un’opera d’arte” contemporanea, potremmo dire.

Ma che senso ha raccogliere tutte i sacchetti e posizionarli su un paletto in modo che siano così ben visibili invece che – ad esempio – buttarli? Il messaggio è chiaro e inequivocabile: la gente è irrispettosa dell’ambiente che la circonda. Così è giusto che questa maleducazione sia sotto agli occhi di tutti. Soprattutto, se pochi metri dopo, lo scenario che si apre è sotto l’imponete parete che sorregge in Santuario.

Il Santuario di San Patrizio e il sentiero di Honio

La chiesa dedicata al Santo irlandese datata 1166 infatti, è stata costruita su uno sperone di roccia in territorio di Colzate che domina tutta la media Val Seriana. Meta di pellegrinaggi nei secoli, tutt’oggi attira fedeli ed escursionisti che la raggiungono per un momento di preghiera e per ammirare il panorama.

Il sentiero di Honio, il numero 518, permettete di raggiungere il Santuario da Fiorano al Serio, Gazzaniga e Vertova. A piedi il Santuario si può raggiungere anche da Bondo di Colzate oppure in auto dalla strada provinciale.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Impiantisti e normativa F-GAS: giovedì 13 febbraio un incontro ad...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!