info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Politica > Commissione d’inchiesta in Regione Lombardia, ancora fumata nera su Jacopo Scandella presidente
Politica

Commissione d’inchiesta in Regione Lombardia, ancora fumata nera su Jacopo Scandella presidente

Commissione d'inchiesta in Regione Lombardia, ancora fumata nera sul nome di Jacopo Scandella presidente. Martedì la prossima seduta.

Dopo la prima fumata nera di una settimana fa, anche oggi non è stato eletto il presidente della Commissione d’inchiesta avviata in Regione Lombardia dalle minoranze. Di fatto la Lega ha presentato schiena bianca.

Le minoranze avevano indicato come presidente della Commissione Jacopo Scandella, consigliere del PD proveniente dalla Val Seriana, zona epicentro e Valle massacrata dal Coronavirus.

Il comunicato di PD e M5S

“A fronte dell’indicazione del nome di Jacopo Scandella come proposta delle minoranze, la maggioranza ha preferito ritardare ancora l’avvio dei lavori della commissione facendo mancare il quorum necessario per l’elezione del presidente. L’indicazione delle minoranze è stata chiara fin dalla prima seduta, quando era emerso il nome di Scandella come indicazione unica e unitaria. I fatti di oggi non cambiano la questione, Scandella rimane il candidato indicato dalle minoranze. Auspichiamo che la tattica dilatoria possa fermarsi dinanzi all’evidenza di una candidatura che per profilo, provenienza territoriale e garanzia di correttezza istituzionale non può ricevere alcuna contestazione. Martedì prossimo, quando la Commissione verrà riconvocata, ci attendiamo che la questione possa risolversi e si possa finalmente cominciare a lavorare.”

Lo dichiarano in una nota congiunta Movimento 5 Stelle e Partito Democratico dopo la seconda fumata nera, oggi in Consiglio regionale della Lombardia, per l’elezione del presidente della commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza Covid.

Cos’è una commissione d’inchiesta

La Commissione d’inchiesta ha il potere di indagare su questioni di spettanza del Consiglio regionale; è stata istituita perché richiesta da almeno un terzo dei consiglieri regionali.

In questa occasione è stata chiesta per capire se il sistema sanitario lombardo abbia risposto adeguatamente all’emergenza o se la legge regionale vada rivista.

Tutti i diritti riservati ©

5 Commenti

  • 🥱 ha detto:

    Povero Jacopino, ti ricorderanno solo per le fumate nere.
    Altro, boh…

    • 🥱 ha detto:

      PS e cera bisogno di una commissione di inchiesta per capire “…se il sistema sanitario lombardo abbia risposto adeguatamente all’emergenza o se la legge regionale vada rivista.” Zzzz

  • gian ha detto:

    Commissione o paracommissione nata con l’ unico obiettivo di fornire una autoassoluzione al sistema, finora ha aggiunto solo vergogna alla vergogna, non riescono neanche a formarla. Annetteteci al veneto, alla svizzera, al lichtenstein, a san marino, ma mandate a casa questa risma di incapaci, prima che facciano ulteriori danni, come hanno dimostrato di saper fare.

  • Walter ha detto:

    Che vergogna! La Lega Salvini non vuole che a presiedere la Commissione d’Inchiesta, che deve indagare sul comportamento della Giunta leghista sul Corona Virs, sia un consigliere dell’opposizione. Vuole scegliere lei chi deve giudicare i suoi rappresentanti. Sarebbe come se in Tribunale l’imputato non volesse un giudice che non conosce ma soltanto un giudice che stia dalla sua parte. Mi meraviglio altresì che le regole per il funzionamento delle Commissioni d’Inchiesta (se ci sono) non prevedano che a far parte della Commissione (altro che presidenza…) ci siano rappresentanti del partito da inquisire. Invece assistiamo ad una farsa alla De Filippo. Vergogna!

    • 🤪 ha detto:

      Io non mi stupisco, il loro mentore (cainano) si cambiava addirittura le leggi ad personam.
      E questi puffi verdi, non fanno altro che seguire gli esempi del grande puffo di Arcore.
      Semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Grande successo per "Talk to PZN". Questa sera ospiti Damiano...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!