info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Il dolore e l’incredulità di chi ha perso un genitore per il Coronavirus
Cronaca, La Valle nel VIRUS

Il dolore e l’incredulità di chi ha perso un genitore per il Coronavirus

A parlare ai nostri microfoni figli e figlie orfani di genitori morti per il Coronavirus.

In occasione della deposizione di mercoledì 10 giugno in Procura a Bergamo delle prime denunce redatte dal Comitato “Noi Denunceremo” abbiamo raccolto alcune storie di dolore e incredulità. A parlare ai nostri microfoni figli e figlie orfani di genitori morti per il Coronavirus.

Le interviste

Diego e Pietro Federici sono due fratelli di Martinengo che in quattro giorni a marzo 2020 hanno perso il padre Renato Federici, 72 anni e la madre Ida Mattoni, 73 anni.

Cristina Longhini è una farmacista di Bergamo e ha perso il padre Claudio Alessandro Longhini, 65enne appena andato in pensione.

Chiara e Sara Invernizzi di Azzano San Paolo hanno perso papà Armando, uomo forte e sano di 66 anni.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
A Bergamo città da lunedì prossimo 50mila test sierolgici. In...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!