info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Aeroporto di Bergamo: dal luglio forte incremento dei voli
Cronaca Bergamo

Aeroporto di Bergamo: dal luglio forte incremento dei voli

Da domani mercoledì 1 luglio forte incremento dei voli passeggeri dall'aeroporto Milano Bergamo. 38 i voli in partenza.

Forte ripresa dei voli passeggeri dal 1° luglio all’Aeroporto di Milano Bergamo. Come da programmazione, annunciata nelle scorse settimane, dopo avere riavviato le operazioni lo scorso 21 giugno ed essere arrivata a servire nella prima settimana 27 destinazioni, Ryanair ne aggiunge altre 52 coprendo il proprio network estivo, sebbene con un numero di frequenze ancora limitato. Tornano i voli giornalieri con le destinazioni del sud Italia e con Barcellona, in attesa del graduale incremento atteso nelle settimane successive.

I voli programmati dal primo luglio

Nella giornata del 1° luglio sono stati programmati 38 voli in partenza, 9 dei quali su rotte nazionali. Tra essi, quelli operati da Wizz Air, che ha ripreso i voli il 18 maggio, Blue Air, che dal 1° luglio riattiva il collegamento con Bacau, Air Arabia Egypt per Il Cairo. Volotea, che ha iniziato a operare il 18 giugno, prosegue la sua regolare programmazione con il collegamento verso Olbia e quelli del weekend con Lampedusa e Pantelleria. Nel contempo, riaprono le attività di vendita retail e i servizi di somministrazione bar e ristorazione, che torneranno tutti disponibili nel fine settimana del 4 e 5 luglio. Sul fronte dei servizi esterni all’aerostazione, sono disponibili le aree di parcheggio P1 Sosta Breve e P2 Lunga Sosta, mentre dal 21 giugno è stato ripristinato il collegamento a mezzo bus con la stazione centrale di Milano con frequenza oraria, dalle 5 del mattino alle 1 di notte in partenza dall’aeroporto di Bergamo.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
C'è chi nei tempi del lockdown ha avuto la forza...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!