info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Artigiani, firmata un’intesa da 3 milioni 500mila euro
Cronaca

Artigiani, firmata un’intesa da 3 milioni 500mila euro

Artigiani, firmata un'intesa da 3 milioni 500 mila euro. Per i lavoratori contributi per l'acquisto di libri scolastici e per anzianità di servizio.

Sottoscritta dalle parti sociali artigiane regionali (Confartigianato, CNA, Casartigiani e C.L.A.AI. con Cgil, Cisl e Uil) un’intesa che prevede lo stanziamento di 3.500.000 destinati a finanziare prestazioni sociali riconosciute da ELBA (Ente della bilateralità artigiana) sia ai lavoratori che alle aziende per il 2020.

L’Intesa conferma due importanti istituti sociali:

  • l’APA – anzianità professionale aziendale che prevede per i lavoratori che abbiano compiuto almeno 14 anni di anzianità di servizio presso la stessa impresa un contributo di 170 euro richiedibile ogni due anni. Il contributo sale a 200 euro dopo i 20 anni di servizio continuativo.
  • ALS – acquisto libri scolastici chericonosce un contributo di 200 euro per uno o più figli a carico iscritti alle scuole superiori.

Le prestazioni relative al primo semestre 2020 potranno essere richieste entro il 31 ottobre, mentre quelle del secondo vanno presentate tra gennaio e aprile 2021.

L’Intesa prevede provvidenze anche in favore delle aziende, come la parziale copertura per la carenza di malattia (150 euro), un contributo per la formazione esterna degli apprendisti (125 euro) e un’erogazione per i corsi di aggiornamento professionale (massimo 200 euro).

“Quello siglato dalle Parti regionali dell’artigianato è un accordo importante per i lavoratori che non potevano accedere alle prestazioni contrattualmente previste per mancanza di un accordo – dichiara Angelo Chiari responsabile per la segreteria della Cgil di Bergamo del settore artigiano -. Accordo ancora più importante se si considera il particolare momento di emergenza dovuto alla Pandemia da Covid-19 e l’impatto economico negativo che ha avuto sui lavoratori e le aziende artigiane durante il lungo periodo di blocco ed il conseguente ricorso allo strumento dell’FSBA (il fondo si settore per le crisi aziendali)”

Ricordiamo che i lavoratori dipendenti del settore artigiano oltre alle prestazioni appena rinnovate da ELBA hanno contrattualmente diritto alle prestazioni sociali e sanitarie previste dal Fondo WILA Welfare integrativo lombardo per l’artigianato e del fondo nazionale sanitario di settore SAN.ARTI.

I lavoratori del settore artigiano che hanno diritto alle prestazioni possono rivolgersi presso le Sedi territoriali della CGIL tramite appuntamento per le modalità particolari di accoglienza dovute all’emergenza da Coronavirus. Numero di telefono e mail di contatto su www.cgil.bergamo.it.

Tutti i diritti riservati©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Moto d'acqua: il bergamasco Cadei si conferma campione indiscusso anche...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!