info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Caos tamponi da rientro agli ospedali di Alzano e Seriate
Cronaca, La Valle nel VIRUS

Caos tamponi da rientro agli ospedali di Alzano e Seriate

Caos tamponi da rientro dall'estero agli ospedali di Alzano e Seriate individuati da ATS per far fronte alla normativa Ministeriale.

Appena iniziata la procedura dei tamponi per chi rientra dai paesi individuati dall’ordinanza ministeriale (ovvero Croazia, Grecia, Spagna o Malta), ieri, venerdì 14 agosto, agli ospedale di Alzano Lombardo e Seriate è stato il caos. Nell’ospedale simbolo della scoperta del Coronavirus in bergamasca (era il 23 febbraio ad Alzano Lombardo, due giorni dopo Codogno) sono stati inseriti i test obbligatori; così come negli altri ospedali dell’ASST Bergamo Est, ovvero quelli di Seriate, Piario e Lovere.

Ats ha gestito l’organizzazione che però è stata un flop: mentre nelle altre città lombarde tra cui Milano, Monza e Brescia, sono le stesse Ats a contattare direttamente i cittadini che hanno segnalato il rientro da quei Paesi, a Bergamo i cittadini devono prenotarsi contattando gli ospedali senza avere precise e univoche indicazioni. Fuori dai presidi inoltre si sono create code con il rischio che le persone potenzialmente infette usino gli stessi spazi degli stessi pazienti.

Secondo le ultime indicazioni della Regione la segnalazione del rientro e il tampone restano un obbligo. L’isolamento fiduciario è invece sostituito dall’«adozione rigorosa delle misure igienico-sanitarie già previste e dalla limitazione allo stretto necessario degli spostamenti – spiegano il governatore lombardo Attilio Fontana e il suo assessore al Welfare Giulio Gallera -. Tali modalità derivano dal fatto che la situazione dei contagi in Lombardia è sotto controllo e in considerazione dell’imminente inizio delle attività lavorative». 

Le indicazioni di ATS

Le persone che rientrano da Croazia, Grecia, Spagna o Malta devono obbligatoriamente comunicare il loro ingresso al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’ Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo e sottoporsi a test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone. 

Verranno considerati validi i tamponi effettuati al momento dell’arrivo in aereoporto, porto, o luogo di confine; saranno altresì esentati dal tampone coloro che abbiano presentato al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell’attestazione, di essersi sottoposte, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo 

“Per fa fronte alle numero richieste che prevediamo possano giungere visto il periodo di ferie – dichiara la Dott.ssa Lucia Antonioli, Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS Bergamo – stiamo organizzando l’attività di esecuzione dei tamponi in modo che lo stesso venga eseguito in tempi rapidi evitando assembramenti. Tutte le informazioni riguardo le modalità di prenotazione ed esecuzione dei tamponi verranno pubblicate nella sezione “Coronavirus” sul sito internet aziendale www.ats-bg.it ; nella stessa sezione sarà reperibile il modulo per la comunicazione dell’ingresso in italia”.

Asst Bergamo Est

Tamponi nei presidi di Pronto Soccorso degli ospedali di Seriate, Alzano L.do, Piario, Lovere. Andranno rispettate le regole del Pronto Soccorso in merito alle priorità d’accesso alla prestazione. Bisogna presentarsi con copia della comunicazione già trasmessa ad ATS di ingresso in Italia.

L’Asst Papa Giovanni XXIII

Per i cittadini residenti nel territorio di competenza del Papa Giovanni (Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone e nei comuni della Valle Brembana e della Valle Imagna) che sono transitati o che rientrano da Croazia, Grecia, Malta o Spagna e devono sottoporsi a tampone, è attivo per le prenotazioni il numero 035.267.6161 da lunedì a sabato dalle 8 alle 12 e dalle 16 alle 18. Il tampone è gratuito. L’esito appena disponibile sarà visualizzato sul proprio Fascicolo sanitario (www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it/homepage). E’ necessario presentarsi all’esecuzione del tampone con la dichiarazione di ingresso in Italia da Paese estero compilata, disponibile a questa pagina https://bit.ly/2DZ9k55.

L’Asst Bergamo Ovest

L’Asst Bergamo Ovest di Treviglio/Romano ha lanciato ieri un servizio di prenotazioni online (https://prenota.zerocoda.it/) con tamponi a partire da lunedì, in modalità drive-in nel tendone di fronte all’ospedale di Treviglio-Caravaggio: sono già stati fissati più di 500 test, a coprire tutta la prossima settimana e con l’apertura di slot per la successiva. Ogni cittadino deve comunque far riferimento alla propria Asst, in base al Comune di residenza.

Tutti i diritti riservati ©

25 Commenti

  • ha detto:

    Maah buon Ferragosto e buon viaggio!

  • 😡 ha detto:

    Eccoli in coda come pecoroni!!!! Saranno gli stessi che non si sono presentati allo screening in valseriana perché dovevano andare in ferie? Saranno gli stessi che mettevano le bandiere italiane sui balconi e dicevano che dovevamo sostenere l’economia italiana e in realtà sono andati in ferie all’estero? Saranno gli stessi che piangevano miseria e che avranno chiesto bonus perché non dicevano che non avevano i soldi per mangiare e pagare le bollette? Saranno gli stessi che attaccavano sui social alcuni ospedali (es Alzano) e ora devono farsi assistere da gli stessi infermieri e medici che hanno denigrato e offeso per mesi? Non so chi saranno ma domandiamoci chi siamo e che persone vogliamo essere

  • 😡 ha detto:

    Cara redazione non era forse il caso di mettere un altro titolo? Seriate e alzano gli unici a partire subito con i tamponi per coloro che rientrano dalle ferie mentre le altre aziende partiranno SOLO da lunedì? Il vostro titolo sembra denigrare gli unici ospedali che si son mossi subito, non vorrei che qualcuno pensi che i vostri articoli siano mirati ad attaccare solo un’azienda….

    • Redazione Valseriana News ha detto:

      Se legge è scritto che la gestione è affidata ad ATS, nessuno denigra nessuno

      • X ha detto:

        HO LETTO BENISSIMO QUEST ARTICOLO E ALTRI VOSTRI ARTICOLI PRECEDENTI, SAPPIAMO ENTRAMBI CHE LA GENTE E’ INFLUENZATA DAL TITOLO DI APERTURA E SPESSO LEGGE SOLO QUELLO E NON IL RESTO….

        • Duca ha detto:

          x aparte la sua grammatica scritta, gli articoli andrebbero letti interamente.
          Altrimenti é un pochino difficile capire le cose, come uno che compra un libro legge solo il frontespizio e pretende di aver letto il libro in questione…

          • X ha detto:

            Non mi sembra che la sua grammatica sia tanto migliore della mia (aparte si scrive staccato!!!!!!)

          • Duca ha detto:

            x ha ragione. Ho dimenticato lo spazio e mene scuso. Anche lei però un pò di umiltà nel riconoscere il suo di errore…
            Buona serata x. Bon repos et bon début de semaine.

        • Marco ha detto:

          Scrivere in maiuscolo non ti aiuterà di certo ad assurgerti a detentore della verità.

          • ha detto:

            Hai ragione, ma X-men purtroppo é abituato così, super eroe, super in tutto. Chissà quando scorreggia che tuoni!

    • marco ha detto:

      Non voglio difendere la redazione che non mi pare abbia detto castronerie, ma, affermare che ASST Bergamo est ed in particolare l’ospedale di Alzano non siano un modello d’efficienza mi pare che sia stato ampiamente dimostrato dai fatti trascorsi.
      Non penso sia un problema di professionalità delle maestranze ma di malagestione a livello dirigenziale che non per forza è riconducibile ai dirigenti interni alla struttura, ma a chi la dirige da Seriate sì.

  • Giovanni ha detto:

    Sono in fila perché rispettano le regole, con i miei soldi guadagnati lavorando onestamente e di cui ho pagato le tasse li spendo come , quando e dove voglio io.
    Gli stranieri devono venire in Italia a spendere, se io vado all’estero invece sono un criminale, molte prenotazioni non sono state fatte ieri ma mesi fa e rinunciare a partire significava perdere tutti i soldi sia dei voli che degli alberghi. Buon Ferragosto

    • 😡 ha detto:

      Quindi la gente ha prenotato tutta prima di febbraio ? Hanno mantenuto le distanze e la mascherina all’estero o le hanno dovute togliere obbligatoriamente altrimenti avrebbero pagato una penale sul viaggio? A PARTE le battute credo che sarebbe stato il caso di aprire le frontiere (in entrata e uscita) solo per lavoro, con minori spostamenti ci sarebbero stati meno rischi di nuovi contagi. E stato detto da qualcuno che la zona rossa non è stata fatta per colpa di Confindustria, allora qualcun altro potrebbe dire che le frontiere sono state aperte per le pressioni delle aziende turistiche e dei vacanzieri…un po’ di coerenza signori

  • Duca ha detto:

    Come ha passato il Ferragosto signor Giovanni, tutto bene? Spero si sia rilassato in serenità.

  • ha detto:

    Si penso anch’io che il duca ci é, o ci fa!
    Mah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Con il tempo di 1h35'27" William Boffelli fa suo il...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!