info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Castione della Presolana: al via la costituzione del comitato olimpico
CASTIONE DELLA PRESOLANA, Cronaca Alta Valle

Castione della Presolana: al via la costituzione del comitato olimpico

Castione della Presolana: si lavora per la costituzione del comitato olimpico per inserire la provincia di Bergamo fra i protagonisti di Milano-Cortina 2026.

Si è svolto questa sera a Castione della Presolana un incontro fra i sindaci dell’Alta Valle Seriana, esponenti politici della Val Brembana e di Scalve, titolari delle stazioni sciistiche bergamasche ed esponenti politici regionali e nazionali per discutere sulla possibilità di inserire la provincia di Bergamo come territorio che entrerà a far parte delle Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina. L’incontro è stato indetto dal Sindaco di Castione Angelo Migliorati con l’obiettivo di far nascere un comitato olimpico bergamasco.

“E’ stata una serata molto partecipata e questo fa piacere – spiega il sindaco di Castione della Presolana Angelo Migliorati -. E’ un primo passo verso la costituzione del comitato olimpico presieduto dai tre presidenti delle comunità montane Valle Seriana, Val di Scalve e Brembana affiancati dalla provincia di Bergamo. Ci sarà da lavorare, gli spazi ci sono dobbiamo essere in grado di lavorare per portare a quanto prima qualche evento collaterale”.

“L’iter ormai è stato chiuso – spiega Antonio Rossi delegato grandi eventi Regione Lombardia – ma si può lavorare per portare in terra bergamasca eventi collaterali lavorando anche sulla possibilità di investire sulle strutture impiantistiche già esistenti”.

“Abbiamo 3 campionesse olimpiche in bergamasca e dobbiamo partire propio da lì per dare un senso al comitato olimpico bergamasco – dichiara l’assessore Lara Magoni -. Le valli bergamasche sono olimpiche e dobbiamo essere pronti a ricevere tutti coloro che arriveranno in Italia transitando dall’aeroporto di Orio al Serio”.

Interviste ad Angelo Migliorati, Antonio Rossi e Lara Magoni

Tutti i diritti riservati©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Incerto il futuro delle emittenti televisive locali con il passaggio...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!