info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Italia Olanda, la lettera di Belotti alla FIGC:”Sugli spalti anche i 243 sindaci bergamaschi”
Cronaca Bergamo

Italia Olanda, la lettera di Belotti alla FIGC:”Sugli spalti anche i 243 sindaci bergamaschi”

Italia Olanda, la lettera del deputato Daniele Belotti alla FIGC:"Sugli spalti anche i 243 sindaci bergamaschi in ricordo degli oltre seimila morti della nostra terra".

In merito alla partita fra la Nazionale Italiana e l’Olanda che si disputerà al Gewiss Stadium di Bergamo il prossimo 14 ottobre, il deputato bergamasco nonché tifoso atalantino Daniele Belotti, scrive una lettera al presidente e al Consiglio Federale della FIGC, richiedendo la possibilità che fra il pubblico presente siano invitati i 243 sindaci della provincia di Bergamo, come omaggio in rappresentanza di tutti i bergamaschi, ma soprattutto in ricordo degli oltre seimila morti della nostra terra.

La lettera di Daniele Belotti

Daniele Belotti

Caro Presidente, mercoledì 14 ottobre Bergamo ospiterà la partita di Nations League Italia-Olanda. E’ un omaggio alla città simbolo del dramma del Coronavirus voluto dalla Figc e di questo non possiamo che ringraziare Lei e tutto il Consiglio Federale.

Apprezziamo lo spirito e le sue parole ” Tornare a Bergamo è un atto doveroso per calcio, è un segno di speranza per tutti i tifosi. Relazionarsi e ritrovare la normalità è fondamentale: per Italia-Olanda auspichiamo una presenza significativa di pubblico, potrebbe essere la svolta per i tornei internazionali con il ritorno del pubblico negli stadi”. E ancor di più condividiamo la volontà di voler invitare, in una partita “quasi a porte chiuse”, i medici e infermieri che hanno messo l’anima, il cuore, e alcuni purtroppo la vita, nelle drammatiche settimane dell’epidemia.

Mi permetto di fare una richiesta: visto che questa gara è un omaggio alla gente orobica, sarebbe bello se oltre al personale sanitario fossero invitati anche i 243 sindaci della provincia in rappresentanza di tutti i bergamaschi, ma soprattutto in ricordo degli oltre seimila morti della nostra terra.

Una presenza, meglio se ufficiale con la fascia da sindaco, nella casa dell’Atalanta, cuore e orgoglio di Bergamo, che darebbe un tocco di partecipazione simbolica di tutti i cittadini in una partita che vuole rappresentare un lento ritorno alla vita normale.

Daniele Belotti

Tutti i diritti riservati©

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Al via il corso per i medici di famiglia ma...