info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Sport > Atalanta, dopo i poker la manita
Sport

Atalanta, dopo i poker la manita

Terza rotonda vittoria dell’Atalanta, che piega il Cagliari 5-2 all’esordio casalingo nel rinnovato Gewiss Stadium.

Terza rotonda vittoria dell’Atalanta, che piega il Cagliari 5-2 all’esordio casalingo nel rinnovato Gewiss Stadium. Un successo costruito nel primo tempo, con quattro reti all’attivo e la parentesi del momentaneo pareggio dei sardi. A segno Muriel, Gomez con un altro capolavoro di tecnica e balistica, Pasalic e Zapata. L’ex interista Godin l’autore della rete cagliaritana. Nella ripresa, grazie ai miracoli del portiere Cragno e a un gol di Joao Pedro, la squadra sarda resta in partita fino al quinto gol messo a segno dall’olandese Lammers, subentrato a Zapata. Finisce con una manita, dopo i due poker rifilati a Torino e Lazio.

1000 spettatori a Bergamo

Esordio casalingo con pubblico, per la prima volta sugli spalti dopo il lockdown in numero di mille spettatori, tutti invitati tra cui medici e sanitari in prima linea nella lotta alla pandemia. All’esterno dello stadio, prima del calcio d’inizio, corteo solidale dei tifosi atalantini che hanno voluto marcare la propria presenza e il sostegno alla squadra nell’impossibilità di seguire la partita dal vivo.

Dopo la vigilia caratterizzata dall’annuncio della positività a bassa carica virale di un giocatore, ancorché asintomatico, che poi si è rivelato essere Rafael Toloi, l’Atalanta si è immersa nel clima partita per sfatare il tabù Cagliari, sempre corsaro a Bergamo nelle ultime tre stagioni. Gasperini ha schierato Romero, Palomino e Djimsiti davanti a Sportiello, riproposto Pasalic in mediana in asse con De Roon e le due punte Muriel e Zapata con Gomez, confermando Hateboer e Gosens sulle fasce. Di Francesco si è affidato al 4-3-3, com Sottil, Simeone e Joao Pedro terminati offensivi, mantenendo alte le linee difensive e di centrocampo. Una misura tattica aggirata al 7’ quando Palomino lancia in profondità Muriel che scatta sul filo del fuorigioco e in solitudine insacca alla destra di Cragno. Il vantaggio acquisito permette alla squadra di Gasperini di gestire con padronanza il gioco. I sardi si rendono pericolosi al 12’ con una discesa di Sottil, su cui recupera Palomino riparando in angolo.

Leggi tutto su TerzoTempoSportMagazine.it.

Eugenio Sorrentino

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
"La Valle nel Virus" conclude il tour in Val Seriana,...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!