info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Sindaci lombardi: “No” alla didattica a distanza per le scuole superiori
Cronaca, Senza categoria

Sindaci lombardi: “No” alla didattica a distanza per le scuole superiori

Didattica a distanza: il provvedimento è stato preso dal Governatore della Regione Lombarda Attilio Fontana. La ministra all'istruzione, Lucia Azzolina, scrive una lettera al governatore per manifestare il suo dissenso.

I sindaci lombardi sono contrari al provvedimento della didattica a distanza per le scuole superiori. Questa decisone è stata presa dal governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, per contenere il contagio della pandemia di coronavirus. Non solo i sindaci dei principali capoluoghi lombardi, come Milano e Bergamo, ma anche la ministra all’istruzione Lucia Azzolina si dichiara contraria a questo provvedimento e lo fa sapere tramite una lettera inviata al governatore Fontana.

La lettera a Fontana della ministra Azzolina

“In una fase così complessa per la nazione, desidero invitarla a lavorare insieme a tutte le istituzioni coinvolte, per trovare soluzioni differenti da quella adottata, nel rispetto del diritto alla salute dei cittadini e del diritto allo studio dei nostri studenti e delle nostre studentesse”.

La posizione dei sindaci

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il primo cittadino di Bergamo, Giorgio Gori, e altri colleghi sindaci sostengono che quando è stata firmata l’ordinanza l’attenzione era concentrata sul coprifuoco: il provvedimento della didattica a distanza è una decisone troppo rigida perché il diritto allo studio va salvaguardato.

Tutti i diritti riservati©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Lorenzi Cisl: "Il problema assembramenti non è solo nei centri...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!