info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Antinfluenzali: “Nuove dosi non prima del 18 novembre” – l’allarme di Scandella
Cronaca, Politica

Antinfluenzali: “Nuove dosi non prima del 18 novembre” – l’allarme di Scandella

Antinfluenzali: “Nuove dosi non prima del 18 novembre, cittadini e medici lombardi esasperati”. L'allarme del consigliere regionale Scandella.

Il consigliere regionale bergamasco del Pd, Jacopo Scandella, riportando il contenuto della circolare inviata alle direzioni generali di Ats e Asst dalla Direzione Generale Welfare della Regione, torna sullo spinoso tema dei vaccini antinfluenzali. “I medici di medicina generale non potranno prenotare ulteriori dosi di vaccino prima del 18 di novembre e non le avranno disponibili prima del 20 – spiega -”.

Scadenza spostata di 8 giorni

“La precedente scadenza del 10 novembre è stata spostata di otto giorni, disattendendo ulteriormente il piano presentato in conferenza stampa un mese fa, che pure non teneva conto dell’indicazione del ministero che, vista la pandemia, invitava le Regioni a far partire la campagna vaccinale in anticipo, ai primi di ottobre – prosegue Scandella -. Allora fu presentato un piano in cui la Regione indicava come fabbisogno minimo 2,8 milioni di dosi, mentre la dotazione disponibile al momento è di soli 2,5 milioni”.

Mancano 2 milioni di dosi

Intanto, dei vaccini oggetto di gara di Aria Spa, la centrale acquisti della Regione, ne sono stati distribuiti 692mila mentre altre 200mila dosi sono ora in distribuzione. Circa due milioni di dosi mancano ancora all’appello mentre altre 620mila dosi rimangono ancora non autorizzate da AIFA, l’agenzia nazionale del farmaco.

L’alternativa è ancora una volta il privato

“Regione Lombardia non riesce a garantire i vaccini ai cittadini, anche i più fragili, che ormai sono esasperati, così come lo sono i medici – dichiara Scandella -. Ormai in molti sono costretti a pagarli di tasca propria rivolgendosi ai privati. Le dosi sono insufficienti, inferiori addirittura agli obiettivi già al ribasso che la Regione si era posta e, in più, ai ritardi si assommano altri ritardi. Gallera continua a sostenere che i vaccini ci sono, ma purtroppo si sta verificando quello che avevamo previsto già nel mese di luglio, senza che la Giunta sia riuscita a porvi rimedio”.

“La notizia dell’arrivo del vaccino antiCovid può essere la luce in fondo al tunnel – aggiunge il consigliere -. A quello americano sicuramente se ne aggiungeranno altri e già dalla metà del prossimo anno tutti speriamo che almeno gli operatori sanitari e gli anziani che sono i più esposti al rischio siano protetti. Serviranno disponibilità e risorse – anche quelle del MES – e naturalmente non possiamo sbagliare nell’organizzazione e ripetere gli stessi errori commessi con l’antinfluenzale: serve predisporre al più presto un piano in stretta collaborazione tra Regioni e Governo, perché su questo davvero non possiamo permetterci di fallire”.

La circolare della direzione generale Welfare

La circolare citata da Scandella è un’aggiornamento sulla campagna di prevenzione e controllo dell’influenza per la stagione 2020-2021 per i direttori generali delle Asst e delle Ats regionali. In base alla tempistica di somministrazione, che dà priorità ai soggetti fragili, risultano già avviate le somministrazioni per over 65, ospiti delle Rsa e pediatrici fragili, mentre sono in fase di avvio quelle per i pazienti fragili delle Asst: a metà novembre, poi, toccherà ai bambini tra i 2 e i 6 anni, a fine mese agli operatori sanitari, a inizio dicembre la fascia di età 60-64 anni (soggetti non fragili) e altre categorie previste dalla circolare ministeriale.

Le prime 4 consegne ai medici di medicina generale sono già state effettuate, nella misura di 100 dosi ciascuno, destinate in particolare a soggetti fragili e prioritariamente under 65. Rinviati dal 10 al 18 novembre, invece, i ritiri in farmacia dei vaccini destinati agli over 65: i medici di medicina generale potranno iniziare da quella data a prenotare e ritirare la prima tranche di dosi, stabilita per ognuno dall’Ats di riferimento. Sempre dal 18 novembre anche i pediatri di libera scelta potranno prenotare e ritirare in farmacia la tranche unica di dosi di Fluenz Tetra.

Tutti i diritti riservati ©

6 Commenti

  • ... ha detto:

    Grazie regione lombardia grazie! E non pensate di cavarvela con il siluramento di quel brav’uomo di un gallera…

  • Fabio ha detto:

    Allora i vaccini ci sono. Risposta: eravamo prenotsti per lunedi 16 novembre. Ieri siamo stati chiamati dal medico condotto ed avvisati che la vaccinazione è spostata a data da defibirsi in quanto i vaccini non ci sono.
    Ma Gallera a Bergamo si dice.. ..desdes fo’..

  • Fabio ha detto:

    Ma Gallera c’è o ci fa ? Va be risposta scontata
    Eravamo prenotati per vaccinazione da effettuarsi il giorno 16 novembre. Siamo stati chiamati per spostare a data da definire in quanto vaccini non ci sono e non si sa quando arriveranno.
    Chi mente ? A Bergamo si dice: Gallera desded fo’…

  • Fabio ha detto:

    E aggiungo: ma come fa a non dimettersi una persona che ha fallito in modo plateale il suo compito. In un’azienda privata avrebbe preso un calcio nel sedere

  • Mau ha detto:

    Oggi. 16/11/2020
    Presso medico di famiglia…effettuato vaccinazioni
    Sono 65.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Dalla provincia di Bergamo 730 posti letto per i pazienti...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!