info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Polemica delle minoranze ad Albino: fondo covid utilizzato per le luminarie
Cronaca Albino

Polemica delle minoranze ad Albino: fondo covid utilizzato per le luminarie

Alla polemica delle minoranze di Albino, risponde il primo cittadino Terzi spiegando che si tratta di una strumentalizzazione. I fondi a sostegno delle persone bisognose sono stati utilizzati già a partire dalla primavera.

Si accende la polemica ad Albino dove il gruppo di minoranza, guidato dal consigliere Simonetta Rinaldi, accusa la maggioranza di avere beffato la buona fede degli albinesi. Questo perché, secondo i consiglieri di minoranza, le donazioni destinate ad affrontare le fragilità causate dall’emergenza covid sono state utilizzate dall’Assessore Davide Zanga per addobbare il centro storico cittadino.

Il comunicato della minoranza

“Abbiamo scoperto che la giunta comunale di Albino – si legge in un comunicato della minoranza – ha utilizzato questi fondi a favore dell’associazione ‘Le botteghe di Albino’, la quale aveva legittimamente presentato richiesta di contributo economico al fine di sostenere la spesa per l’installazione delle luminarie natalizie, in modo da non gravare sugli operatori economici già duramente colpiti dalla situazione epidemiologica. Siamo certi che l’associazione “Le botteghe di Albino’ sia estranea da tutto questo. Questa scelta è inaccettabile e rappresenta un’offesa nei confronti di coloro che avevano deciso di privarsi di qualcosa per aiutare chi ne ha veramente bisogno”.

La risposta del sindaco Fabio Terzi

Il primo cittadino di Albino, Fabio Terzi, fa chiarezza sulla delicata questione spiegando che la versione della minoranza non è fedele alla realtà. “Si tratta di una vergognosa strumentalizzazione – spiega Terzi -. O la minoranza ha messo una dose di cattiva fede, oppure vuol dire che i consiglieri di minoranza non sono in grado di leggere il bilancio. Nel corso dell’estate abbiamo destinato ben 90mila euro in sostegno delle attività commerciali del nostro paese. I soldi in sostegno delle famiglie in difficoltà, delle persone diversamente abili e dei soggetti più fragili sono stati utilizzati in anticipo. Abbiamo addirittura stanziato 50mila euro in più rispetto ai fondi arrivati dal Governo per il buono spesa visto che le richieste sono state numerose. Inoltre, sono stati stanziati ulteriori 30mila euro per le persone diversamente abili. L’attacco della minoranza al consigliere Zanga è un atto di disonestà verso i cittadini. Le luminarie sono finanziate da capitolo di bilancio per l’esatto importo di 2.000 euro”.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati©

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
“Rispettare gli impegni presi”, operatori ATS in presidio a Bergamo...