info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Sport > A.S.D. Juvenes Gianni Radici e Atalanta: sinergia per crescere insieme
Sport

A.S.D. Juvenes Gianni Radici e Atalanta: sinergia per crescere insieme

I responsabili delle due Società sono già all’opera per coordinare il progetto e programmare alcune attività insieme

Al via una nuova collaborazione tra due realtà calcistiche giovanili del territorio bergamasco ASD Juvenes Gianni Radici e Atalanta hanno deciso di unire le loro forze per dare la possibilità a ragazzi e allenatori di continuare a migliorare e vivere nuove esperienze. «Ormai è chiaro che in tutti gli ambiti – sottolinea Maurizio Radici, Presidente di Juvenes Gianni Radici – è diventato sempre più importante saper fare squadra. E credo che questo sia un “approccio” da testare a partire dai giovani. Ogni volta che ce n’è la possibilità bisogna metter a fattor comune risorse e competenze per dare uno slancio sempre più innovativo al calcio».

La Juvenes Gianni Radici è una società con oltre cinque anni di esperienza nel mondo del calcio giovanile che coinvolge 140 ragazzi e ragazze tra i 6 ed i 14 anni. Tutti gli allenatori sono altamente qualificati, dotati di patentino UEFA A-B-C e Laurea in Scienze Motorie.

«E’ importante anche per la nostra società – ha detto Luca Percassi, Amministratore Delegato di Atalanta B.C – interfacciarsi con i gruppi sportivi del territorio, con l’obiettivo di imparare gli uni dagli altri. Sono particolarmente orgoglioso quindi di questa collaborazione e mi auguro possa via via rafforzarsi grazie all’impegno dei ragazzi e alla guida esperta dei preparatori e degli staff tecnici».

I responsabili delle due Società sono già all’opera per coordinare il progetto e programmare l’attività, che inizierà in maniera strutturata a partire da settembre 2021. Percorsi di formazione condivisi per allenatori e staff, tornei e campus, partite amichevoli e training trasversali sono soltanto alcuni degli ingredienti di questo percorso che ha il duplice obiettivo di contribuire alla crescita dei ragazzi ma anche di rafforzare le competenze dei preparatori.

Nella foto: Luca Percassi e Maurizio Radici

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Sono 76 in comuni i provincia di Bergamo con zero...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!