info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Bloccati sulla vedretta del Redorta senza adeguati ramponi, grande lavoro dei soccorsi
Cronaca, VALBONDIONE Alta Valle

Bloccati sulla vedretta del Redorta senza adeguati ramponi, grande lavoro dei soccorsi

3 escursionisti bloccati sulla vedretta del Redorta senza adeguati ramponi da ghiaccio, sul posto due elicotteri e 8 volontari del Soccorso alpino. Terminate questa mattina le operazioni di soccorso.

Nella serata di ieri, sabato 25 settembre 2021, i tecnici della VI Delegazione Orobica del Cnsas sono stati allertati per tre persone che stavano scendendo dal Redorta per la via normale. Si trovavano sul ghiacciaio della vedretta ma alcuni di loro non riuscivano più a muoversi: indossavano i ramponcini, che non sono adatti quando è presente ghiaccio vivo. Inoltre, uno di loro aveva subito un forte trauma a una gamba.

Sul posto è stato mandato l’elisoccorso di Brescia di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza), che ha provato a salire sia dal versante bergamasco sia dal versante valtellinese, senza riuscire però a raggiungerli per la nebbia e le nubi basse. In piazzola a Valbondione intanto c’erano otto tecnici pronti a partire con tutto il materiale. Sul versante valtellinese il meteo era migliore e quindi sono state attivate anche le squadre della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna a Caiolo (SO).

È decollato anche l’elisoccorso di Como ma la situazione meteorologica era in peggioramento e quindi le squadre sono salite a piedi da Fiumenero. Nel frattempo, i tre alpinisti in difficoltà sono stati raggiunti e accompagnati dai rifugisti fino al Rifugio Brunone e lì sono stati raggiunti e valutati da un infermiere del CNSAS. Le loro condizioni erano buone ma l’infortunato non era in grado di procedere se non in barella. Il recupero con barella portantina avrebbe però richiesto ancora almeno 5-6 ore. Un miglioramento del meteo alle 7:00 di questa mattina ha permesso all’elisoccorso di Bergamo di intervenire e recuperare il paziente. I tecnici, che sono fuori da ieri sera, verranno invece recuperati dall’elicottero della Protezione civile di Regione Lombardia, grazie alla convenzione stipulata col CNSAS.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Taglio del nastro a Ponte Nossa per la nuova rotatoria...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!