info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Gestione e criticità Rsa, i Sindacati scrivono a Regione Lombardia
Cronaca

Gestione e criticità Rsa, i Sindacati scrivono a Regione Lombardia

Gestione e criticità Rsa, i Sindacati scrivono a Regione Lombardia: necessario un incontro per il settore socio-sanitario

Un incontro urgente per parlare di RSA, di rette e di riforma del sistema dei servizi socio-sanitari. È quello che chiedono le segreteria di CGIL CSIL UIL insieme alle categorie dei Pensionati, SPI, FNP e UILP di Lombardia, con una lettera indirizzata alla Assessore Letizia Moratti e al direttore Generale dell’area Welfare Giovanni Pavesi.

Le richieste sono da tempo sul tavolo della discussione, “ma questo tavolo non è stato mai convocato – si lamentano Osvaldo Domaneschi e Onesto Recanati, segretario generale e segretario di FNP CISL. La questione RSA l’abbiamo aperta da oltre un anno, e abbiamo anche avviato una raccolta di firme ormai avviata verso le 30.000 adesioni in tutta la regione. Vogliamo parlare e essere ascoltati in merito al tema della gestione dei servizi della rete delle u.d.o. sociosanitarie, al tema del mantenimento delle quote di compartecipazione per gli utenti nelle RSA, chiediamo da tempo di attivare l’Osservatorio RSA e proseguire il lavoro avviato nei mesi passati al fine di individuare le necessarie soluzioni in un’ottica di equità e di evoluzione dei servizi sociosanitari”. 

Rsa: coinvolte 700 strutture e 65mila ospiti

Negli ultimi due anni, soprattutto, i sindacati dei pensionati si sono molto concentrati sul sistema della residenzialità, che in Lombardia vede la presenza di oltre 700 RSA con circa 65 mila ospiti. “È un sistema che va ripensato e riformato nell’ottica dei mutati bisogni sanitari, sociali e assistenziali della popolazione più anziana, affinché  le RSA diventino luoghi dove vivere serenamente e dignitosamente la vecchiaia”. 

Proprio per sollecitare l’intervento programmatorio della Regione con provvedimenti normativi più adeguati al nuovo contesto, molto diverso negli ultimi anni, le categorie dei pensionati di CGIL CISL UIL hanno promosso la raccolta di firme, “per favorire l’apertura di un confronto il più ampio possibile sulle RSA e sulle criticità che si sono manifestate negli ultimi due anni. Uno dei punti principali è la richiesta di un aumento delle risorse stanziate“. 

La richiesta del sindacato lombardo parte anche dal processo in atto di modifica della legge regionale 33/2009, “sul quale -concludono Domaneschi e Recanati – abbiamo presentato proposte di integrazione e modifica  e per cui crediamo utile un confronto e auspicabile una condivisione”.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
La terza dose è offerta in co-somministrazione con l'antinfluenzale solo...