info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Aviatico, ex sindaco indagato per peculato. Contestati 32mila euro
Cronaca

Aviatico, ex sindaco indagato per peculato. Contestati 32mila euro

Ad Aviatico l'ex sindaco Stefano Dentella è indagato per peculato. Contestati 32mila euro in spese non giustificate

Ad Aviatico l’ex sindaco Stefano Dentella, 58 anni, è indagato per peculato per fatti commessi dal 2011 al 2016. Il pm Giancarlo Mancusi nello specifico gli contesta il reato di peculato, in quanto all’epoca nella qualità di sindaco di Aviatico e amministratore della società Monte Poieto srl, costituita per il perseguimento di finalità pubbliche e interamente partecipata dal Comune, secondo la Procura, “si sarebbe appropriato di denaro – appartenente al Comune e alla società Monte Poieto e delle quali aveva disponibilità in funzione delle cariche – per un importo pari a 32.168,64 mediante spese ingiustificate”. L’indagine, già chiusa, nasce da un esposto dell’attuale sindaco Mattia Carrara a Procura e Corte dei Conti. 

L’imprenditore indagato avrebbe fatto spese telefoniche a carico dell’amministrazione comunale, spese per ristoranti a carico della società Monte Poieto, per l’acquisto di confezioni di vini e altri prodotti sempre a carico della società di cui è amministratore. Soldi usati anche per acquistare 23 composizioni con candele per omaggi, e anche di tre asini per un importo di 1200 euro.

Il gip, Alessia Solombrino, ha disposto il sequestro dei beni, conti correnti bancari intestati all’imprenditore, nonché libretti di risparmio, titoli, azioni, fondi, per un importo pari a 6.416,86 euro perché non riconosce nella Monte Poieto una funzione pubblica che regga l’ipotesi di peculato.

Dentella inoltre, nelle scorse settimane con la Sviluppo Monte Poieto si è aggiudicato i beni del fallimento della Brembo Super Ski a Foppolo. La base d’asta era di un milione e cento mila euro. Dentella ha battuto la concorrenza, la Devil Peak rilanciando di altri 15 mila euro.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Tensioni tra il personale del trasporto pubblico locale a causa...