info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Elettricisti sulle Ande, a Leffe e Casnigo al via la raccolta fondi
Cronaca Val Gandino

Elettricisti sulle Ande, a Leffe e Casnigo al via la raccolta fondi

Elettricisti sulle Ande, a Leffe e Casnigo la via la raccolta fondi per la scuola di Silvano Castelli

Sabato 15 e domenica 16 gennaio, sul sagrato delle chiese parrocchiali di Casnigo e Leffe è in programma una raccolta fondi organizzata dall’Operazione Mato Grosso e dai Gruppi Missionari Parrocchiali per sostenere l’attività di Silvano Castelli, missionario laico di Leffe attivo in Perù. Le arance solidali sosterranno il progetto della Scuola per Elettricisti creata in un villaggio andino nella provincia del Chacas.

Da cosa nasce il progetto di Castelli

L’idea di Castelli è nata dopo che un gruppo di volontari trentini ha creato alcune piccole centrali idroelettriche per fornire energia ai villaggi sperduti delle Ande. Un progetto cui mancava il tassello conclusivo, cioè la realizzazione di piccoli impianti domestici. Per fare questo non era possibile attendere tecnici che salissero dalla città (dove evidentemente le opportunità di lavoro sono maggiori) ed ecco allora l’idea di creare un vero e proprio collegio specializzato che potesse dare ai ragazzi del posto una formazione professionale adeguata. A frapporsi alla piena apertura della scuola sono arrivate alcune prescrizioni dello Stato peruviano, che ha posto una serie di vincoli relativi alla sicurezza degli alunni durante le lezioni e preteso la messa a norma rispetto a barriere architettoniche e servizi igienici per disabili.

Interventi che hanno un costo stimato di circa 10.000 euro e che sono necessari per dare inizio alle lezioni. Da qui l’organizzazione delle iniziative a Leffe e Casnigo per raccogliere fondi. Silvano Castelli prima di partire per il Sudamerica ha lavorato come elettricista in una azienda di Leffe. Mette quindi a disposizione le sue competenze e la sua esperienza per questi ragazzi, che hanno la possibilità di frequentare gratuitamente le lezioni.

“L’intento – spiega Castelli – è crescere persone in grado di vivere dignitosamente nella propria terra, senza farne dei privilegiati. Insegniamo loro che chi “gratuitamente riceve, gratuitamente deve pure dare”. Per questo i ragazzi del “collegio”, il sabato e la domenica prestano la propria opera da volontari in favore di anziani, vedove e di quanti da soli non ce la farebbero mai. Si impegnano a raccogliere legna, vangare l’orto, far giungere nelle case più sperdute aiuti alimentari o paramedici”. Le bancarelle delle arance saranno attive sui sagrati delle chiese parrocchiali di Leffe e Casnigo sia nella giornata di sabato 15 che in quella di domenica 16 gennaio.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Meteo, fine settimana più mite a causa dell'alta pressione delle...