info@valseriananews.it
Valseriana News > EVENTI > Dalla teoria alla pratica, a Villa di Serio il corso di biointensivo
EVENTI, VILLA DI SERIO Bassa Valle

Dalla teoria alla pratica, a Villa di Serio il corso di biointensivo

E’ in programma sabato 26 e domenica 27 marzo a Villa di Serio il corso di formazione “Orto Biointensivo”, organizzato dall’associazione Traiettorie Instabili con il patrocinio del Comune di Villa di Serio

Due giornate dedicate all’agricoltura domestica ed in particolare ad un metodo rivoluzionario che costituisce un concreto esempio di sostenibilità virtuosa. E’ in programma sabato 26 e domenica 27 marzo a Villa di Serio il corso di formazione “Orto Biointensivo”, organizzato dall’associazione Traiettorie Instabili con il patrocinio del Comune di Villa di Serio. Il corso è organizzato grazie alla consulenza di Angelo Savoldelli ed Angelo Mora, fra i primi in Europa ad ottenere la certificazione di maestri del metodo ideato dall’americano John Jeavons. Si tratta di un sistema agricolo biologico che si concentra sul raggiungimento delle massime rese da una minima area di terra, aumentando contemporaneamente la biodiversità e sostenendo la fertilità del suolo. L’obiettivo del metodo è la sostenibilità a lungo termine ed è ideale per orti urbani e piccole coltivazioni domestiche.

“E’ un metodo – spiega Savoldelli –  che permette di lavorare la terra senza alcun agente inquinante, con una produzione due-tre volte superiore a quella tradizionale e con un risparmio di acqua fino all’80%. L’aspetto su cui il biointensivo si concentra maggiormente è l’attenzione per il suolo. Creando e mantenendo il suolo vivo e fertile l’agricoltore può coltivare alimenti salubri per se stesso e per gli altri. Si comincia preparando un terreno lavorato più in profondità, con piante seminate una vicina all’altra, affinchè le radici possano scendere più in profondità rispetto al metodo tradizionale. Esse trovano umidità anche nei periodi di siccità (quindi si risparmia acqua) e si alimentano con il compost prodotto con tutti i materiali di scarto dell’orto. Inoltre si usa meno spazio, anche meno della metà. La consociazione è elemento importante di questo metodo, così come la produzione di semi propri, più adatti all’ambiente in cui sono stati prodotti, e più sani perché non trattati. Ciò offre un grado di germinabilità superiore rispetto a quelli normalmente in commercio e una maggior resistenza agli attacchi di parassiti”.

Il programma del corso di biointensivo

Il programma della giornata prevede il ritrovo dei partecipanti sabato 26 marzo alle 9.30 per la prima parte della giornata dedicata alla parte teorica, presso la Sala delle Carrozze della Biblioteca Comunale. Dalle 12 alle 13.30 sarà allestito un buffet con prodotti tipici. Il pomeriggio sarà dedicato sino alle 18 alla pratica in campo in via Valeria, con preparazione della cama (letto di coltivazione), del compost e del bokashi (dalla traduzione giapponese di miscuglio organico). L’attività pratica proseguirà, sempre in via Valeria, anche domenica 27 marzo dalle 9.30 alle 13. Info e iscrizioni tramite Whatsapp al numero 347.8158691. Prevista una quota di iscrizione di 25 euro, comprensiva del buffet. Per la partecipazione è richiesto il Green Pass.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Il Mais Spinato di Gandino sarà protagonista prossimamente su Rai...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!