info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Un ponte verso i bambini in guerra in Ucraina, migliaia di quadernoni dalla Pigna di Alzano
ALZANO LOMBARDO, Cronaca Bassa Valle

Un ponte verso i bambini in guerra in Ucraina, migliaia di quadernoni dalla Pigna di Alzano

Migliaia di quaderni e altro materiale scolastico sono partiti da Bergamo alla volta dell’Ucraina, 20 bancali donati dalla Pigna di Alzano Lombardo

Migliaia di quaderni e altro materiale scolastico sono partiti da Bergamo alla volta dell’Ucraina, per tentare di sollevare l’animo dei ragazzi e bambini che ancora vivono nel paese tormentato dalla guerra. Di fronte alla drammatica e gravissima situazione che la guerra sta determinando in Ucraina, infatti, la Rsu e la Pigna di Alzano Lombardo hanno deciso di mettere in atto un gesto di concreta solidarietà destinato ai bambini e alle bambine in età scolare sul territorio ucraino.

Una finalità umanitaria declinata con l’invio in terra ucraina di una ventina di bancali caricati con scatole di quadernoni A4, a righe e a quadretti, per uso scolastico. In questi giorni i volontari della CISL di Bergamo stanno trasportando i bancali dal magazzino della Pigna di Alzano Lombardo al centro di raccolta dell’Associazione Zlaghoda in via Rovelli, a Bergamo. Da lì verranno portati in Ucraina nelle zone dove il materiale scolastico scarseggia.

“Non si ferma la catena di solidarietà per aiutare il popolo ucraino –precisano i sindcalisti della Rappresentanza Unitaria dell’azienda di val Seriana -. Attraverso l’impegno delle Rsu e la sensibilità e la proattività della Pigna, si è dato il via a una raccolta cospicua di materiale di cancelleria (in particolare quadernoni) da destinare in Ucraina sotto la supervisione di Yaroslava Vyshnevska dell’Associazione Zlaghoda. Questo perché anche i bambini in guerra hanno il diritto di restare bambini e continuare a studiare”.

“Quello che si è concretizzato ad Alzano Lombardo – ha dichiarato Vyshnevska – è un bellissimo gesto di solidarietà per i bambini, la scuola e le famiglie ucraine in un contesto di guerra complesso e lontano dal concludersi. Offrire sostegno concreto alla popolazione che sta vivendo giorni sempre più drammatici in Ucraina è di fondamentale importanza. Ringrazio di cuore il sindacato che ha fatto da tramite e la Pigna che hanno donato bancali di quadernoni ai nostri bambini. Nel più breve tempo possibile cercheremo di far arrivare il materiale a destinazione nella speranza di donare loro un po’ di normalità”.

“La sostenibilità del territorio e delle comunità è da sempre un tema chiave per Pigna. Siamo orgogliosi di poter dare un nostro contributo insieme alle RSU per gestire questa crisi umanitaria” afferma Fagioli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Sarebbero ben 50mila i lavoratori al nero impiegati nelle varie...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!